Mercoledý 05 Agosto06:12:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Forte maltempo in arrivo sul riminese: attivata allerta meteo di tipo arancione

In appennino neve sui 1200-1300 metri, piogge persistenti tra la prima serata di sabato e domenica mattina

Attualità Rimini | 13:02 - 16 Novembre 2019 Forte maltempo in arrivo sul riminese: attivata allerta meteo di tipo arancione

Persiste il maltempo sul riminese, dopo la breve tregua di sabato mattina. Nelle prossime ore è in arrivo infatti un nuovo consistente peggioramento, con piogge consistenti. Sull'appennino romagnolo neve sui 1200-1300 metri. La protezione civile ha emanato un'allerta arancione sul riminese per rischio idraulico, rischio idrogeologico e mareggiate. Allerta gialla per vento (settore costiero).

Di seguito l'analisi di Centro Meteo Emilia Romagna.

Dopo una breve fase più tranquilla, quella della mattinata odierna, Sabato 16 Novembre, un forte peggioramento è atteso a partire dal pomeriggio. Le precipitazioni tenderanno ad estendersi da Sud-Est verso Nord-Ovest. Nel corso delle ore precipitazioni in intensificazione, con possibili accumuli elevati. Le aree maggiormente colpite saranno molto probabilmente quelle centro-orientali. Attenzione quindi ai fiumi e ai corsi del reticolo idrografico minore, che potrebbero vedere aumentare il loro livello idrometrico anche repentinamente. La fase più critica sarà indicativamente tra la prima serata di oggi, Sabato 16 e la prima mattinata di domani, Domenica 17 Novembre. 


Fiumi, mare e possibili criticità


La situazione necessita di un accurato monitoraggio, proprio perché la combinazione di vari fattori potrà dar luogo a criticità.

Innanzitutto le precipitazioni abbondanti potranno favorire l’aumento del livello dei fiumi e dei corsi d’acqua minori, che potrebbero quindi vivere episodi di piena. Buona parte dei bacini emiliani centrali supera già la soglia 1, corrispondente a una piena con effetti limitati, tuttavia nelle ore pomeridiane e serali le cose potrebbero peggiorare.

Per quanto riguarda il mare è atteso attorno alle ore 2.00 il picco di alta marea, e lì sarà fondamentale prestare massima attenzione.

Il mare sarà da mosso a molto mosso sotto costa, localmente agitato al largo. Questo fattore, unito al precedente e al fatto che il coefficiente di marea sarà alto, potrà favorire mareggiate ed ingressioni marine nei porti.

Per quanto riguarda il moto ondoso la situazione peggiore si verificherà tra la notte e la mattinata di Domenica 17 Novembre.