Marted́ 09 Marzo11:27:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rette per nidi prima infanzia, Bellaria abbatte le rette per famiglie disagiate

Famiglie bisognose, con Isee fino a 4mila euro abbattimento totale della retta

Attualità Bellaria Igea Marina | 11:33 - 14 Novembre 2019 Asilo nido Asilo nido.

Il Comune di Bellaria Igea Marina ha aderito all’iniziativa promossa dalla Regione Emilia Romagna denominata “Al Nido con la Regione”; si tratta di una misura sperimentale di sostegno economico alle famiglie per l’anno educativo 2019-2020, finalizzata all’abbattimento delle rette/tariffe di frequenza ai servizi educativi per la prima infanzia.
 
A beneficiare dell’intervento sono i bambini che per l’anno educativo in corso risultano iscritti e frequentano i servizi educativi per la prima infanzia (titolarità pubblica, oppure titolarità e gestione privata, se convenzionati), mentre a beneficiare del finanziamento sono le famiglie rientranti nelle agevolazioni tariffarie previste e commisurate alla dichiarazione ISEE non superiore ai 26.000 euro.
 
“La nostra Amministrazione, esercitando la discrezionalità conferita agli enti, ha deciso di incidere e sostenere primariamente le famiglie appartenenti alla fascia più fragile – con Isee da zero a 4.000 euro - per le quali è previsto l’abbattimento totale della retta, cui si unisce un abbattimento proporzionale, dal 50% fino al 25%, per le rimanenti fasce economiche fino, appunto, ad un Isee di 26.000 euro”, spiega l’Assessore alla Scuola Adele Ceccarelli. “Tale misura”, sottolinea, “si ricollega alla prospettiva progettuale dell’Amministrazione volta a promuovere un sistema integrato di servizi alla prima infanzia, essenziali per favorire lo sviluppo delle potenzialità cognitive, affettive e sociali dei bambini, sostenendo il fondamentale ruolo delle famiglie nei compiti di cura ed educazione.”
 
Nella giornata di giovedì, è stata inviata la lettera con cui l’Amministrazione ha informato le famiglie interessate circa l’abbattimento proporzionale delle rette.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >