Venerd́ 13 Dicembre22:44:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Football Americano a Montescudo-Monte Colombo, torna la "Charity Bowl League"

Sabato sfida tra Good Ol’ Boys di Bologna e i Broncos di Faenza. Il ricavato alla Casa Protetta Fantini

Eventi Montescudo-Montecolombo | 11:05 - 14 Novembre 2019 Good Ol’ Boys squadra di Bologna - foto di Alessandro Faggioli Good Ol’ Boys squadra di Bologna - foto di Alessandro Faggioli.

La “Charity Bowl League” di football americano approda a Montescudo-Monte Colombo: sabato la sfida tra Good Ol’ Boys di Bologna e i Broncos di Faenza. Evento a scopo benefico: il ricavato verrà devoluto alla Casa Protetta Fantini

“Tanta grinta in campo e tanto cuore per i meno fortunati”, questo è lo spirito con cui i promotori della “Charity Bowl League” si stanno preparando per l’evento patrocinato dal Comune di Montescudo-Monte Colombo di sabato prossimo, quando sul campo di Taverna si sfideranno i Good Ol’ Boys di Bologna e i Broncos di Faenza. Nata dalla vulcanica mente di Alberto Calbucci (nome storico del Football Americano tricolore), la Charity Bowl League unisce infatti sport e beneficenza, impegnando con cadenza mensile i diversi Team in partite (Bowl) a scopo benefico. Calbucci, che nel 2017 ha fondato il team master dei Good Ol’ Boys di Bologna (Farm Team degli storici Warriors), ha sempre creduto in questa magnifica formula, coinvolgendo tantissimi compagni di gioco e anche gli avversari, che ora non “combattono” più tra loro, ma hanno uno scopo comune: divertirsi e fare del bene. Tra questi anche Michele Galluzzi, giocatore dei Good Ol’ Boys e organizzatore dei due eventi della Riviera Romagnola, il “Rock Bowl” di Montescudo-Monte Colombo (dove vive) alla sua prima edizione e il “Rose & Crown Beer Bowl” di Riccione che lo scorso giugno a visto svolgere la sua seconda edizione. “La continuità è uno scopo fondamentale di questa Lega, che vuole proporre ogni anno le edizioni dei bowl precedenti migliorati ed evoluti”, spiega Galluzzi. Perché Montescudo Monte Colombo? “Perché vivendoci ho capito che qui le persone hanno lo spirito di una grande famiglia, lo spirito giusto per poter accogliere questo tipo di manifestazione a cominciare dal Sindaco e la sua giunta che si sono subito adoperati per aiutarmi nella realizzazione dell’evento”. A livello sportivo, sarà spettacolo puro: “In questa partita i Good Ol’ Boys scenderanno in campo ad affrontare i Faenza Broncos, un Team Master si opporrà ad una squadra che disputa il campionato nazionale di terza divisione! Ci sono i presupposti per un ottimo spettacolo e tanto divertimento”. Il football americano categoria master è infatti una splendida invenzione tutta italiana, fino ai 48 anni ci si può cimentare nei campionati nazionali, ma dai 45 in su (ci sono anche giocatori che a 63 anni indossano casco e paraspalle) entra in campo la categoria Master. E tutto per beneficenza: “Anche se si tratta di una struttura della AUSL si è pensato di devolvere alla Casa Protetta Fantini il gettone solidale di questo evento”, annuncia Galluzzi. “Come abbiamo sempre fatto e continueremo a fare anche nei prossimi mesi, a partire dal “Pesto Bowl a Luceto (Albisola Superiore) e soprattutto per “AMAtrice Bowl” il prossimo 25 aprile, in quella terra che, tremando furiosamente, ha tentato di cancellare tanti sogni. Noi saremo lì per dare un piccolo, ma sentito contributo alla sua rinascita”.
Per gli appassionati, l’appuntamento è sabato 16 novembre alle ore 17 al Campo sportivo della Concordia di Taverna, a Montescudo-Monte Colombo per il Rock Bowl. Durante la giornata sarà possibile anche gustare i famosi panini de “La piada del Pitbull” (official food truck della lega) che per l’occasione proporrà anche polenta e vin brulè,  e ovviamente acquistare il merchandising della Charity Bowl League, che concorre anch’essa alla donazione finale.