Venerd́ 13 Dicembre13:56:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il "traffico" di Gershwin e Bernstein alla Malatestiana a Rimini

Appuntamento domenica 17 novembre al teatro Galli con la Wunderkammer orchestra

Eventi Rimini | 10:28 - 14 Novembre 2019 Teatro Galli di Rimini Teatro Galli di Rimini.

“La trascrizione è una prassi antichissima - spiega il compositore  e pianista Paolo Marzocchi che domenica 17 novembre alle ore 17 sarà al Teatro Galli con i solisti della WunderKammer Orchestra - non è solo una riduzione, ma un modo per osservare un’opera d’arte da un altro punto di vista, per metterne in rilievo dettagli e particolari a cui normalmente non si presta attenzione”.

Il programma del concerto, diretto da Claudio Tenan e inserito nel cartellone della 70esima Sagra Musicale Malatestiana, verte sulla musica americana con l’ouverture Strike up the band e la celeberrima Rhapsody in Blue di George Gershwin, le danza sinfoniche da West Side Story di Leonard Bernstein.

Oltre ai celeberrimi capolavori dei due grandi musicisti statunitensi, completano il programma due composizioni molto più recenti che vedranno impegnati Paolo Marzocchi al pianoforte e Ivan  Gambini alle percussioni: un Concerto per pianoforte composto da Carlo Tenan per big band e, in prima esecuzione assoluta, Traffic revenge di Cristiano Arcelli, compositore e sassofonista jazz, ma che nel suo stile ha assimilato anche esperienze dell’avanguardia della cosiddetta musica contemporanea di matrice colta. Come dice l’autore a proposito di Traffic Revenge: “mi piaceva anche la possibilità di descrivere le fulminee e poetiche immagini in cui solo un guidatore può incappare mentre viaggia: montagne, colline, mari, città, paesi, boschi. Il tutto, spesso, in poche ore.”
Per la prima volta sul palco del Teatro Galli, WunderKammer Orchestra è una formazione nata con l'obiettivo di portare il concetto di orchestra da camera alle estreme conseguenze. Ogni strumento dell’orchestra è infatti presente, ma è rappresentato da un solo esecutore. “I colori sinfonici ci sono tutti - spiegano Palo Marzocchi e  Carlo Tenan - ma nel formato della musica da camera”.