Venerdì 05 Marzo08:03:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Lavoratori irregolari o in nero sui pescherecci: la guardia di finanza di Rimini ne stana 22

Sono state elevate sanzioni per 32 mila euro. L’attività condotta con l’ispettorato territoriale del lavoro

Cronaca Rimini | 10:54 - 12 Novembre 2019 Il reparto operativo della Gdf durante i controlli a un peschereccio in mare Il reparto operativo della Gdf durante i controlli a un peschereccio in mare.

Ben 22 lavoratori irregolari di cui 7 in nero sono stati trovati a bordo di unità di pesca per la mitilicoltura dal reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza, che ha condotto i controlli nelle ultime settimane assieme all'ispettorato territoriale del lavoro.

Le operazioni si sono svolte in mare e a terra per verificare le le singole posizioni lavorative del personale imbarcato a servizio di operatori esercenti attività commerciali situate nei porti e lungo il litorale riminese.

Ammonta a 32mila euro l'importo totale di sanzioni amministrative nei confronti dei datori di lavoro per differenti violazioni quali, principalmente, la mancata preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro, l’infedele registrazione del libro unico del lavoro, l’utilizzo di strumenti di pagamento non tracciabili e l’inosservanza delle norme sulle prestazioni di lavoro familiare nelle imprese agricole.

La  collaborazione tra il  reparto operativo della Gdf e l’ispettorato del lavoro di Rimini proseguirà anche nei prossimi mesi per tutelare gli interessi dei lavoratori, degli operatori marittimi e degli imprenditori onesti che ottemperano agli obblighi di legge e contro ogni forma di concorrenza sleale. La vigilanza integrata ai fini del contrasto all’economia sommersa è sancita dal protocollo d’intesa sottoscritto a livello nazionale tra la Guardia di finanza e l’Ispettorato nazionale del lavoro per migliorare le attività di analisi, a promuovere lo scambio di informazioni e ad agevolare il coordinamento informativo ed operativo tra le unità ispettive impegnate sul territorio nella prevenzione e repressione degli illeciti in materia di lavoro e legislazione sociale e delle connesse violazioni economico – finanziarie.

< Articolo precedente Articolo successivo >