Mercoledý 20 Novembre19:27:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Le rose di Anita nei parchi e giardini del mondo: il progetto dell'istituto di Cesena vola in Brasile

Il prossimo anno l'ibrido dedicato all'eroina garibaldina sarà piantumato anche a Poggio Torriana

Attualità Poggio Torriana | 17:21 - 07 Novembre 2019 L'incontro del progetto "Due mondi e una rosa per Anita "nella sala giunta della Regione L'incontro del progetto "Due mondi e una rosa per Anita "nella sala giunta della Regione.

Il progetto “Due mondi e una rosa per Anita” Garibaldi è sbarcato in Brasile. Grazie a una delegazione istituzionale, l'idea dell'istituto tecnico Garibaldi-Da Vinci di Cesena di piantumare l'ibrido di rosa in tutti parchi e giardini dedicati a Anita e a Giuseppe è arrivata anche oltreoceano.
Proprio quest'estate una delegazione si è recata in Brasile nello Stato di Santa Catarina, dove in vista del bicentenario della nascita di Anita Garibaldi (2021) sono stati programmati eventi turistici e culturali condivisi, come anche la stampa del volume “Una Rosa per Anita” tradotto in spagnolo e portoghese oltre che una concreta collaborazione con l’università locale, che sta coltivando in vitro la rosa e prevede una distribuzione massiccia dei fiori. 

Il bel progetto è giunto fino in Regione all'attenzione del presidente Stefano Bonaccini, che ha pparezzato la presenza di tanti sindaci a testimonianza dell'importante lavoro di relazione e collaborazione con le autorità brasiliane, attese in Italia ad aprile 2020 per dar vita a progetti turistici culturali e a gemellaggi tra i due paesi, nonché a eventi particolari che vedranno la piantumazione della rosa di Anita nei comuni di Poggio Torriana, Cesenatico e Dovadola.

L’arrivo dei brasiliani sarà anche l’occasione per mostrare la bellezza e le potenzialità turistiche e commerciali della regione Emilia-Romagna. Il fine è quello di favorire i rapporti tra i comuni dello Stato di Santa Catarina aderenti al progetto e quelli emiliano-romagnoli e la Repubblica di San Marino.

Non ha fatto mancare il suo sostegno il Ministero della cultura e del turismo, che ha già comunicato di voler diffondere ed implementare il progetto che sta dilagando in sud America ma che ha enormi potenzialità di propagarsi in ogni parte del mondo per la sua forza espressiva e il suo potere di valorizzare la memoria. Il ministro Dario Franceschini accoglierà la delegazione brasiliana proprio a Roma quando visiterà la capitale e renderà omaggio ai resti di Anita al Gianicolo. Saranno poi gli stessi sindaci e le autorità italiane, nel 2021, a recarsi in Brasile per il 200° anniversario della nascita dell'eroina.