Giovedė 21 Novembre10:59:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Infrazioni sulla caccia, il bilancio dei carabinieri forestali: preoccupa la pratica vicino alle case

Rimini, Novafeltria e Morciano sono i territori più a "rischio". Ecco tutti i numeri

Cronaca Rimini | 13:47 - 07 Novembre 2019 Carabinieri forestali di Rimini impegnati in un controllo durante la caccia Carabinieri forestali di Rimini impegnati in un controllo durante la caccia.

Rimini, Novafeltria e Morciano di Romagna sono i comuni dove si infrange di più la normativa sulla caccia e l'illecito più frequente è praticarla troppo a ridosso di case o strade. Sono le conclusioni tratte dal bilancio dei controlli dei primi due mesi di stagione venatoria tratti dai carabineri forestali di Rimini.

Su 316 verifiche svolte a 206 cacciatori e 26 veicoli, sono stati contestati illeciti amministrativi per un totale di 2161 euro, staccati 6 verbali ed elevate 4 sanzioni comminate e deferita una persona all’autorità giudiziaria. Tra i più frequenti l’esercizio della caccia a distanze inferiori rispetto a quelle consentite dalle case o dalle strade (6 verbali per 1236 euro totali) e gli errori nella compilazione dei tesserini (4 sanzioni per 564 euro), tra cui l’uso da parte di un cacciatore di una penna cancellabile con contraffazione del tesserino.

Fortunatamente la distanza da piste ciclabili e sentieri lungo i fiumi Conca e Marecchia è rispettata in tutti i comuni in cui è stata emessa l'ordinanza (Rimini, Santarcangelo di Romagna, Verucchio e Morciano).

Vista la partenza dell'attività di caccia di selezione degli ungulati (cinghiali e caprioli) per ridurre le popolazioni troppo numerose, si raccomanda attenzione e rispetto delle regole. Le segnalazioni si possono fare ai numeri di emergenza 112 e 1515.