Domenica 17 Novembre12:34:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio giovanile: l’Atalanta in visita alla Polisportiva Riccione Footballs Future

Per i ragazzi un pomeriggio di allenamento speciale insieme ai tecnici e ai dirigenti nerazzurri

Sport Riccione | 16:02 - 06 Novembre 2019 Andrea Di Cintio, allenatore della squadra Esordienti nazionali dell’Atalanta a Riccione Andrea Di Cintio, allenatore della squadra Esordienti nazionali dell’Atalanta a Riccione.

Polisportiva Riccione Footballs Future e Atalanta insieme anche in campo. Giornata speciale questa settimana per le squadre Esordienti, Pulcini e Primi calci del sodalizio biancazzurro, che hanno ricevuto la visita di Andrea Di Cintio, allenatore della squadra Esordienti nazionali dell’Atalanta e Loris Margotto, responsabile delle società affiliate e coordinatore tecnico dell’attività agonistica nerazzurra. Dopo una visita alle strutture di allenamento insieme ai tecnici e ai dirigenti riccionesi guidati dal direttore tecnico Firmino Pederiva, la delegazione atalantina ha poi salutato i ragazzi e dato il via ad un pomeriggio di allenamento speciale e molto apprezzato da tutti.
“Si è trattato del primo appuntamento con i tecnici dell’Alalanta sui nostri campi dopo l’affiliazione – spiega il tecnico della Polisportiva Riccione Footballs Future, Pierangelo Manzaroli –. A brevissimo sono già in programma altre iniziative a partire dalla visita a Zigonia, nel centro sportivo dell’Atalanta, nella quale oltre a vedere la splendida struttura i ragazzi potranno fare allenamenti congiunti e partitine con i loro pari età e alcune visite più tecniche riservate a noi allenatori. E’ stata anche l’occasione per il presidente della Polisportiva Giuseppe Solfrini, che ha voluto essere presente a questa giornata insieme al vicepresidente Giorgio Gori, per iniziare a valutare iniziative congiunte e l’organizzazione di eventi calcistici a Riccione targati Atalanta. Nei prossimi mesi poi, aspettiamo nuovamente i responsabili dell’Atalanta qui a Riccione per proseguire questo continuo scambio di competenze di grande stimolo per i nostri giovani atleti e formativo per i nostri istruttori per proseguire e intraprendere una linea comune a livello didattico per la crescita dei nostri ragazzi”.