Domenica 17 Novembre12:43:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Successo per Halloween a Pennabilli tra pioggerella, freddo e mostri

Una ambientazione naturale che ha divertito grandi e piccini. La cronaca della giornata

Attualità Pennabilli | 12:22 - 06 Novembre 2019 Successo per Halloween a Pennabilli tra pioggerella, freddo e mostri

Un pomeriggio buio di nebbia e pioggerella battente, com'è tipico di  Pennabilli di questi tempi. L’atmosfera si fa tenebrosa, misteriosa, sospesa nel tempo. E mentre il freddo penetra nelle ossa, per le strade del paese riecheggiano le grida dei bambini mascherati:  “dolcetto o scherzetto?”.
Complice anche il meteo, l’atmosfera di Pennabilli in questo 31 ottobre  è stata in perfetto stile Halloween. Certo, qualcuno potrebbe obiettare che si tratta di una festa americana, un evento privo di valore per la nostra cultura, una tradizione che non ci appartiene. Quel che è certo è che a Pennabilli per festeggiare questo evento è nata un’occasione in più per socializzare, un nuovo appuntamento per regalare ai bambini una giornata insolita di divertimento (ma sempre sotto l’occhio attento degli adulti!).
In un mondo fatto di negatività, brutte notizie, pessimismo e diffidenza, forse quello di cui abbiamo bisogno è proprio un po’ di Halloween. Un modo per prenderci meno sul serio, per sperimentare, per conoscere più da vicino anche ciò che non fa parte della nostra cultura. E la giornata di giovedì a Pennabilli ne è stata la prova.
Streghe sorridenti, pagliacci gioiosi, vampiri felici, simpaticissimi zombie. Ragazzini che prendevano per mano i bimbi più piccoli, per accompagnarli alle porte di sconosciuti a raccogliere caramelle e cioccolatini. E persino i genitori, mascherati insieme ai propri figli. Un momento di vera e sana condivisione, di comunione.
Tutto questo è stato possibile grazie all’impeccabile organizzazione della Pro Loco di Pennabilli.
La giornata è iniziata con l’arrivo dei primi bambini mascherati in Piazza Vittorio Emanuele II, dove ad accoglierli c’erano Fabiola e Lisa, anima del Paese e della Pro Loco, pronte con una cesta colma di sacchetti di caramelle per i piccoli cacciatori di dolci. Sotto le logge della piazza ecco presentarsi Giulia, farmacista di Pennabilli, truccata con un occhio bianco strabico e una spaventosa ferita sanguinante sulla guancia. Nonostante l’aspetto terrificante, i bambini sono rimasti tutti incantati dalle sue pozioni magiche, che hanno trasformato liquidi e polveri in sostanze fumanti e colorate.
Alle 18.30 è arrivato il momento delle storie di paura, magistralmente raccontate dal Maestro del Terrore Franco Baldoni. In una splendida cornice come quella dell’Orto dei frutti dimenticati, avvolto in una luce soffusa, una leggera musica in sottofondo e manichini mascherati agli angoli della sala, i presenti si sono abbandonati al piacere dei racconti.
Finita la narrazione, via allo spettacolo: 
gli attori entrano nella parte, pronti a spaventare grandi e piccini lungo sette punti allestiti all’interno di cantine e fondi di case, dislocati all’interno del centro storico. 
Jack O’Lantern, Il covo dei fantasmi, I carcerati, Annabelle, The ring, Il macellaio, IT. Ogni postazione è stata minuziosamente allestita da Samir Belaroussi, con la partecipazione e supervisione del professore Saul Fucili. Il resto lo ha fatto il tempo: nebbia, grigiore, foschia. Una combinazione perfetta da vero film di paura. 
Il tour si snoda lungo le vie di Pennabilli, lasciando ai più piccoli la possibilità di muoversi per il paese senza l’apprensione dei genitori. Il tutto è stato circoscritto in una piccola area, all’interno di abitazioni situate a pochi metri una dall’altra.
Dalle 19.30, all’Orto dei frutti dimenticati, la Pro Loco ha offerto deliziose penne al pomodoro e bevande a tutti, oltre a un ricco buffet. Tante le persone che hanno portato dolci e stuzzichini da condividere con tutti i partecipanti della notte del terrore.
Ed ecco che, tra una caldarrosta e un bicchiere di vin brulè fumante, parte la melodia della fisarmonica di Brunangelo Biscioli. La musica ha reso questo momento di condivisione ancora più caldo e piacevole. 
Tutto è stato perfetto. Le stanze del terrore, l’atmosfera di festa, le grida divertite dei bambini. 
Un momento da vivere insieme, ore di “paura” e divertimento.
È stata una serata magica. Nessuna stregoneria. Nessun demone. Nessuna forma di male. Pura magia, pura bellezza: di un sorriso, di gioia che illumina gli occhi, la magia di chi sta vivendo un momento felice. 
Tutto questo è stato l’Halloween Day 2019 di Pennabilli. Segnalo in agenda, perché già si pensa all’anno prossimo, con nuovi allestimenti da creare, nuovi personaggi da inventare, nuove storie da raccontare. 


Angelica Poggioli