Mercoledý 11 Dicembre16:11:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket giovanile, l'Under 18 dei Crabs doma l'International Imola in un finale pirotecnico: 82-80

Cruz (12), Rossi (22 punti) e Ferrari (24) decisivi negli ultimi caldi secondi di gioco

Sport Rimini | 12:08 - 06 Novembre 2019 Un time out dei Crabs (Foto pag Fb del club) Un time out dei Crabs (Foto pag Fb del club).




Nella sesta giornata di andata l’Under 18 dei Crabs piega l’International Basket Rimini 82-80. Una vittoria sofferta ma fondamentale. I Crabs sono entrati con il giusto atteggiamento in campo, portando il vantaggio subito in doppia cifra, poi non sono più riusciti a trovare il ritmo e questo ha permesso ad Imola di rientrare. Qualche errore e qualche ingenuità di troppo che sarebbero potuti costare caro ai ragazzi di Maghelli, ma nel finale sono riusciti a portare a casa un'altra importante vittoria.
Nel primo quarto primo allungo Crabs (24-14). Nel secondo quarto cala leggermente l’intensità biancorossa e i ragazzi di Maghelli faticano a mantenere il giusto ritmo. Il gioco in attacco si inceppa, i punti arrivano solo dalle mani di Matteo Montanari che sfrutta tutta la sua fisicità per comandare l’area, ma i problemi maggiori arrivano dalla zona difensiva (43-40 all’intervallo).
La ripresa segue lo stesso copione di inizio partita, con i Granchi più determinati ed intensi che trovano ritmo e spazio per delle giocate proficue. Curi Moraes e Ferrari riportano il vantaggio a 3 possessi, poi ci pensa vapitan Rossi a dare la carica (62-57).
Nell’ultimo quarto a 8’42” Imola riesce a tornare in vantaggio (non capitava dal terzo minuto del primo quarto) e cerca di scappare sfruttando due brutte palle perse riminesi. I Granchi ritrovano la parità grazie alla freddezza di Martino Ferrari e Jacopo Santoro dalla lunetta; Rosario Cruz, Curi Moraes e Santoro ritrovano la via del canestro (75 a 70). Non è ancora finita: in attacco il gioco riminese si inceppa e la squadra di Imola ne approfitta per riportarsi in parità (75 a 75) a 2’30” dalla fine.
Per più di un minuto nessuna delle due squadre riesce a segnare fino a quando ad 1:11 dalla fine Imola trova una bomba pesantissima che porta i riminesi a -3. Ci pensa Jacopo Santoro a risollevare il morale in casa biancorossa, ancora una volta perfetto ai liberi (77 – 78). Ferrari sfida la difesa avversaria e con un sottomano centrale mette il canestro del 79 ad 78. Imola però non demorde, e riesce a trovare ancora 2 pesantissimi punti (79 – 80).

Quando mancano 33 secondi alla fine, coach Maghelli chiama il suo ultimo time-out, disegna il gioco sulla lavagnetta e sposta la rimessa in attacco: Martino Ferrari si fa carico di tutta la squadra, si butta in entrata e subisce fallo, ancora una volta 2/2 ai liberi che vale il +1 (81 – 80) a 17 secondi e 22 decimi. La palla passa nelle mani imolesi ma un gran recupero di Rosario Cruz costringe la difesa avversaria a commettere fallo, mandandolo in lunetta: sbaglia il primo, ma mette il secondo (+2). Sull’82- 80 a 13 secondi dalla fine, la palla è nelle mani di Imola, che costruisce un gioco perfetto per liberare l’uomo dai 6 e 75, ma il tiro è corto, rimbalzo in attacco e ci riprova da sotto il canestro, ma un magistrale capitan Rossi a 3" dalla fine stoppa la palla appena rilasciata dalle mani del tiratore e la fa carambolare sul terreno di gioco; Martino Ferrari si getta a terra, piazza fermamente due mani sul pallone e lascia scadere l’ultimo secondo.

CRABS  - INTERNATIONAL IMOLA 82-80
Crabs: Ferrari 24 (8/18, 0/3, 8/8), Rosario Cruz 12 (4/7, 1/4, 1/2), Curi Moraes 5 (1/2, 0/0, 3/6), Rossi 22 (7/8, 1/2, 5/9), Giorgini n.e., Gamboni, Tisselli 4 (2/2, 0/0, 0/0), Santoro 6 (1/3, 0/2, 4/4), Bertini 1 (0/0, 0/0, 1/2), Tamburini, Montanari 8 (3/8, 0/1, 2/4), Jose. Coach: Andrea Maghelli, Ciro Luongo, Danilo Daccico.
PARZIALI: 24 – 14, 43 – 40, 62 – 57