Venerdì 15 Novembre10:11:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

AUDIO McDonald's ed Hera stringono un patto per l'ambiente: meno rifiuti nei fast food regionali

La sperimentazione di 2 anni coinvolgerà anche i quattro ristoranti della catena americana presenti a Rimini

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 16:25 - 05 Novembre 2019 La stretta di mano dopo la firma dell'accordo tra Hera e McDonald's Italia La stretta di mano dopo la firma dell'accordo tra Hera e McDonald's Italia.

Partirà dall'Emilia Romagna la sperimentazione nazionale che McDonald's ha deciso di avviare per riciclare di più e meglio, non da sola ma con l'ausilio della multiutility bolognese Hera, leader nei servizi ambientali idrici ed energetici. Il patto è stato firmato martedì mattina ad Ecomondo alla fiera di Rimini e coinvolgerà nella sperimentazione biennale 30 ristoranti dell’insegna di tutta la regione .Saranno quindi coinvolti tutti i fast food della catena statunitense, compresi i quattro di Rimini.

L’accordo partirà il 1 gennaio 2020 per potenziare la raccolta differenziata dei rifiuti riciclabili come carta e organico, anche attraverso un monitoraggio costante dei conferimenti. Il progetto durerà coinvolgerà una media di 45 mila clienti McDonald’s al giorno.

Verrà introdotto un nuovo modello di contenitore per i rifiuti, studiato insieme a Hera per aiutare i clienti a separare sempre meglio quanto rimane sul vassoio alla fine del pasto, così da limitare al massimo errori di conferimento dei prodotti. Fondamentale nel progetto saranno anche la sensibilizzazione e il coinvolgimento dei clienti, che saranno i destinatari di una campagna dedicata che troverà spazio sempre all’interno dei ristoranti.

Il progetto nasce dopo una sperimentazione che ha misurato quantità e qualità dei rifiuti prodotti nei ristoranti McDonald’s di Ferrara mettendo in campo specifiche azioni di sensibilizzazione sul corretto conferimento delle frazioni differenziate. In base alle rilevazioni effettuate da Hera nel corso dello studio, questi ristoranti hanno raggiunto mediamente circa il 90% di raccolta differenziata. Dati importanti, che hanno portato le due realtà a darsi come obiettivo il raggiungimento di analoghe performance negli altri ristoranti attraverso il progetto di collaborazione siglato oggi. (f.v.)

ASCOLTA L'AUDIO