Mercoledý 11 Dicembre15:22:26
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM: il Tre Fiori cade, Murata e La Fiorita ringraziano

Il Pennarossa e il Murata a segno per a segno 2-0. Cinquina della Folgore

Sport Repubblica San Marino | 00:37 - 03 Novembre 2019 Il Domagnano Il Domagnano.



Il Pennarossa infligge la prima sconfitta in campionato al Tre Fiori, che sul piano della classifica paga dazio scivolando dalla prima alla terza posizione, scavalcato da La Fiorita e dal lanciatissimo Murata, da oggi nuova capolista del Gruppo A. Al “Federico Crescentini” la squadra di Matteo Cecchetti viene colpita una volta per tempo: apre le marcature Matias Colagiovanni, le chiude su punizione Francesko Halilaj, per un 2-0 che consente al Pennarossa di lasciarsi subito alle spalle la sconfitta con il Murata e di avvicinare la terza posizione del girone, ora presidiata proprio dal Tre Fiori. 

Già, perché nel frattempo La Fiorita sale di un gradino approfittando proprio del k.o della formazione di Fiorentino. A Montecchio, i gialloblù di Juri Tamburini (ex della gara) si fanno bastare una sola rete, quella di Samuel Pancotti (77’), per superare l’ostacolo Domagnano e proseguire la risalita verso il vertice del Gruppo A. Che al momento, come si diceva, è proprietà del Murata, ormai vicinissimo all’approdo al Q1 e trascinato anche quest’oggi dal solito, ispiratissimo Eric Fedeli, uno dei numerosi ex nel confronto tra i bianconeri ed il Faetano. Il bomber di Achille Fabbri stappa il risultato al 57, su calcio di rigore, per poi chiudere a doppia mandata il successo bianconero ad una manciata di minuti dal triplice fischio. Con la doppietta odierna, Fedeli sale a 9 centri in campionato su 5 gare disputate, con una media non distante dai due gol a partita. 

Lo segue in classifica marcatori (ma con una media gol decisamente più bassa) Imre Badalassi, un altro dei doppiettisti di giornata. L’ex Tre Fiori apre il derby fra Folgore e Juvenes-Dogana al 17’, per poi ripetersi poco prima della mezz’ora di gioco. Il rigore trasformato in chiusura di frazione da Francesco Sartori consente ai giallorossoneri di andare all’intervallo sul triplo vantaggio. Nella ripresa, Lorenzo Dormi scava una distanza ancora più profonda tra le due squadre, ma la Juvenes ha un sussulto immediato e riesce ad accorciare con Thomas Raschi. Sarà tuttavia un fuoco di paglia, perché prima del triplice fischio la Folgore riuscirà a tornare sul +4 grazie al secondo centro di giornata di Dormi.