Mercoledý 20 Novembre06:27:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Promozione: perla di Muratori, pari Novafeltria con il Reno (1-1)

I gialloblu di Mugellesi non riescono però a sfruttare la doppia superiorità numerica

Sport Santarcangelo di Romagna | 16:34 - 03 Novembre 2019 L'undici iniziale del Novafeltria L'undici iniziale del Novafeltria.

Novafeltria - Reno 1-1


NOVAFELTRIA: Batani, Ceccaroni (80' Giovanetti), P.Gori, Rinaldi, Radi; Piva, Mahmutaj, A.Crociani (72' Bindi); Di Filippo, Muratori, Sartini (58' M.Crociani).
In panchina: D.Cappella, Giovagnoli, M.Gori, A.Cappella, Magnani, Narducci.
All. Mugellesi.
RENO: Casadei, Giorgini, Acquaviva, Buonavoglia, Baldi, Acunzo (58' Bandini); Frati (69' Melandri), Francisconi; Fancello (75' Sow), Carioli (75' Bottini), Taddei (69' Focaccia).
In panchina: Lami, Zennaro, Scoglio. 
All. Regazzini.

ARBITRO: Al Mohammadi di Cesena (Assistenti: Topo e Medri di Cesena).
RETI: 3' Fancello, 42' Muratori.
NOTE: espulsi Buonavoglia e Baldi al 63', ammoniti Frati, Radi, Acquaviva. Angoli 3-4.

SANTARCANGELO. Dopo tre sconfitte consecutive il Novafeltria ritrova un punto, pareggiando 1-1 con il Reno. Muratori segna il 201esimo gol della sua carriera, ma è la gioia è a metà: con il Reno in nove dal 63', il Novafeltria non è riuscito a completare la rimonta. Le note positive comunque non mancano: la squadra di Mugellesi si è presentata in formazione rimaneggiata per le assenze di Mezgour, Balducci e Narducci - quest'ultimo in panchina a titolo di firma - con un centrocampo formato da quattro under più un grintoso Di Filippo. Tra i giovani spicca l'ottima prestazione del 2003 Piva. Tra le note positive anche la capacità di reagire della squadra, nonostante il gol subito al 3': Acquaviva lancia lungo in area dalla sinistra, il terzino Giorgini, in proiezione offensiva, fa sponda di testa per Fancello, che spara al volo di destro dal limite dell'area piccola. Batani respinge di istinto, ma lo stesso Fancello ribadisce in rete. Il Reno sfiora il raddoppio su calcio d'angolo dalla sinistra, ma il colpo di testa schiacciato di Baldi non ha potenza, Batani vola plastico sulla sua sinistra a bloccare. La palla del possibile pareggio per il Novafeltria arriva al 25' su calcio di punizione: Muratori centra la barriera, la sfera arriva a Mahmutaj, solo davanti a Casadei. Il tiro del giovane centrocampista  è troppo centrale, il portiere respinge con un ottimo riflesso. E' un buon momento per i gialloblu di casa, che non capitalizzano una veloce ripartenza orchestrata da Di Filippo e rifinita da Sartini; Gori è bravo a inserirsi in area, ma attarda il tiro. Il Reno risponde con alcuni traversoni che mettono in difficoltà la difesa avversaria, tuttavia i colpi di testa di Acunzo e Taddei sono imprecisi. Il Novafeltria, che ha avuto il merito di non cedere psicologicamente dopo il gol a freddo, trova il pari con Muratori al 42': un cross rasoterra di Gori dalla sinistra innesca il tiro di Sartini in piena area respinto da un difensore, la sfera arriva al limite dell'area sul piede destro di Muratori che con un bolide infila sotto l'incrocio dei pali.

Il gol rivitalizza la squadra di Mugellesi, che inizia la ripresa con grande piglio, trascinata da Muratori e da Di Filippo. Bravo quest'ultimo a conquistarsi una punizione da posizione defilata che al 51' Radi calcia di sinistro in porta, chiamando Casadei alla deviazione sulla traversa. L'episodio chiave della partita arriva al 63': Di Filippo lancia Muratori, che si libera di Baldi con scaltrezza e una leggera spinta, prima di essere chiuso, davanti al portiere, da Francisconi in recupero. Il Reno scatena le sue proteste per l'episodio che portano alle espulsioni di Buonavoglia (doppia ammonizione) e Baldi, nonché al giallo per Acquaviva. Con la doppia superiorità numerica Mugellesi passa al 4-4-2 avanzando Di Filippo e allargando a destra Bindi, sostituto di un volitivo Alessio Crociani, con i crampi dopo una partita di grande generosità. Ma il forcing del Novafeltria è improduttivo: il Reno si difende con abilità, nonostante l'inferiorità numerica, con Casadei che rimane sostanzialmente inoperoso.

Riccardo Giannini