Sabato 23 Novembre01:46:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Fiera di San Martino a Santarcangelo, nodo sicurezza con la nuova app e più forze dell'ordine

Notifiche in tempo reale, steward a ingressi e uscite e presidio della stazione contro gli abusivi

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:33 - 31 Ottobre 2019 La conferenza stampa di presentazione della 13esima Fiera di San Martino a Santarcangelo La conferenza stampa di presentazione della 13esima Fiera di San Martino a Santarcangelo.

Parola d'ordine: sicurezza, dentro e fuori la fiera. Per l'edizione 2019 della "fira di bécch", manifestazione enogastronomica e culturale in grado di portare a Santarcangelo di Romagna decine di migliaia di visitatori nel secondo fine settimana di novembre, il tavolo tecnico ha lavorato intensamente nelle ultime settimane per garantire tranquillità ai visitatori, ma anche ai cittadini che decidono di muoversi verso il centro città. Tra le novità di quest'anno, oltre a a un'applicazione per smartphone che permetterà di navigare consultare rapidamente il programma e le variazioni giorno per giorno, c'è l'applicazione della filosofia plastic free e una gestione diversa degli accessi, che sono stati portati da 6 a 7, per agevolare i santarcangiolesi e cercare di limitare al minimo i disagi da congestione. La lotta all'abusivismo sarà serrata per evitare gli episodi spiacevoli registrati negli ultimi anni.

Tema sicurezza. Da diversi anni la fiera è impegnata a garantire prevenzione, controllo e sicurezza per i visitatori e per gli operatori. Quest’anno l'organizzazione, in capo da anni alla Blu Nautilus, conferma la sua attenzione con la messa in campo di nuovi mezzi e nuove risorse. In accordo con il 118 Romagna è stato studiato un piano per l’emergenza sanitaria: per tre giorni saranno presenti due ambulanze e 14 operatori sanitari. Le ambulanze, dalle ore 9 alle 21, saranno posizionate nelle vie Mazzini e Montevecchi. Per i aunti ristoro sono state aumentate le forniture elettriche e ridotte le bombole; come negli anni passati, tutti gli impianti a gas sono controllati da tecnici abilitati prima dell’inizio della fiera.

Secondo le direttive della Prefettura e della Questura inoltre, tutti gli ingressi alla fiera saranno protetti da dissuasori in cemento o automezzi vigilati. Con un’ordinanza sarà vietato l’uso del vetro, salvo le bottiglie servite ai tavoli. Come negli ultimi anni, sarà attuato un efficace piano di prevenzione e controllo dell’abusivismo commerciale, grazie alla collaborazione tra le Forze dell’Ordine.

Sempre aggiornati. Novità di quest’anno: a partire dal 6 novembre sarà scaricabile l'applicazione per dispositivi mobili “Alla Fiera di San Martino” sviluppata da Control Room, con tutte le informazioni utili per visitare la Fiera in comodità e sicurezza: ci sono tutte le indicazioni su programma, parcheggi, aree ristoro e anche sulle variazioni in termini di logistica e sicurezza, aggiornate in tempo reale. Insomma, “la Fiera in tasca".

Plastic free. La Fiera di San Martino sarà plastic free, anche se non totalmente. Oltre al potenziamento della raccolta differenziata, infatti, da quest’anno le attività in sede fissa situate all'interno dell'area Fiera avranno l'obbligo di usare stoviglie monouso biodegradabili. Inoltre, le tre principali piazze gastronomiche della Fiera – piazza Marconi, piazza Gramsci e piazza Ganganelli – saranno senza plastica. Più difficile gestire allo stesso modo i diversi food truck collocati lungo le aree commerciali della Fiera, anche se gli stessi sono stati invitati da Blu Nautilus ad attrezzarsi in tal senso. Si tratta di un primo ma importante passo nella direzione di tutela dell’ambiente e sensibilizzazione alla riduzione del consumo di plastica, soprattutto in considerazione delle notevoli dimensioni della Fiera. Una locandina che invita a ridurre il consumo di plastica verrà esposta nelle diverse attività economiche.


Dalla conferenza stampa


La sindaca ALICE PARMA: «Abbiamo puntato a professionalizzarci in queste fiere per poter accogliere un numero sempre crescente di visitatori, nell'ordine dei 100 mila ogni anno. Voglio ringraziare tutti gli attori del tavolo tecnico, perché sulla sicurezza non ci si può più improvvisare e sono stati individuati compiti precisi e ben definiti. La sicurezza non sarà garantita soltanto all’interno della fiera, ma anche all'esterno, con il fine di proteggere le frazioni per contrastare i furti in casa». E qual è il modo migliore per garantire un sistema integrato di sicurezza, se non fornendo sempre più informazioni ai cittadini e ai visitatori?

Il responsabile del programma ed eventi per Blu Nautilus REMO VIGORELLI: «Le bancarelle di questa fiera sono state deprecate in passato, ma non dimentichiamo che hanno portato avanti la tradizione anche quando la fiera era meno importante. La partita dei rifiuti è un investimento che abbiamo scelto di fare che non cambierà tutta la fiera, ma farà la differenza, anche se minima. Ci saranno tre punti che useranno obbligatoriamente stoviglie biodegradabili, ma tutti gli altri ristori sono stati invitati caldamente a farlo. Per usare un gioco di parole, “La fiera è fiera di investire nel tema rifiuti”».
Tornando poi sul tema sicurezza: «Oltre al settimo ingresso dal centro storico c'è un'altra grossa novità: è stata tolta la barriera in cima a via Malatesta per consentire l’accesso da quella parte di città. A ogni ingresso ci saranno 2 steward, alle uscite uno. Per espressa richiesta della Questura abbiamo deciso di esonerare il volontariato da un compito così importante, dirottandolo in aiuto alla municipale. Questo è un altro investimento importante che abbiamo voluto fare.

L'assessore alla sicurezza FILIPPO SACCHETTI: «A Santarcangelo si vive bene perché è considerata una città sicura, ma è anche mantenuta come tale dall'eccellente lavoro di tutte le forze in campo. Per contingenza e programmazione sono state fatte scelte strategiche nel corso degli anni in questa direzione. La fiera viene messa in sicurezza in modo sistematico: salto di qualità è stato mettere il tutto a sistema.

Il vice questore di Rimini Enrica BONINI: «Oltre agli steward ci saranno anche più forze dell’ordine, che nel corso degli anni hanno dato frutti, anche in materia di contrasto all'abusivismo. Ci saranno carabinieri, poliziotti, finanzieri e polizia ferroviaria, che presidierà la stazione per verificare che gli ambulanti non scendano, vista la massiccia presenza di garanti della sicurezza».

Saranno circa 80 le persone specializzate nelle loro varie funzioni.

Il programma della Fiera



Sono oltre cinquanta le proposte culinarie della Fiera di San Martino 2019, in programma da sabato 9 a lunedì 11 novembre con un anticipo venerdì 8 novembre dalle ore 16 per le piazze, i settori specializzati e molti punti ristoro. Naturalmente la piada con cipolla e salsiccia sarà regina, soprattutto in piazza Marconi, ma sono previste alcune golose novità, tra cui i punti ristoro gourmet in piazza Ganganelli e il ristorante “Terra e Mare” all’arena presso il Campo della Fiera. L’Agricola sarà invece al parcheggio Francolini e l’esposizione delle auto in via Cavallotti.

L'inaugurazione ufficiale è prevista per sabato 9 novembre alle ore 17 in piazza Ganganelli alla presenza della sindaca di Santarcangelo Alice Parma e del presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.

Da non perdere domenica 10 novembre alle 14 il Palio della Piada – giunto alla 22esima edizione e organizzato in collaborazione con la pro loco – e la Sagra dei Cantastorie, in programma come da tradizione lunedì 11 novembre. San Martino infatti è la fiera delle tradizioni e i Cantastorie sono una tradizione che dura nel tempo e attira sempre un pubblico vario e curioso. Questa è la 51a  edizione, 33a per Santarcangelo, della sagra nazionale. Veri artisti di piazza con le loro esibizioni semplici e immediate, i loro racconti ingenui o impegnati. Quest’anno la Sagra ricorda i 110 anni dalla nascita di Lorenzo De Antiquis e di Marino Piazza, i decani dei Cantastorie; scomparsi nel 1999 e nel 1993, continuano ad essere presenti con le loro canzoni.

E proprio domenica ci sarà un curioso fuori programma, con la visita annunciata di Matteo Salvini, segretario della Lega, assieme alla candidata alle regionali per il centro destra Lucia Borgonzoni.

Negli ultimi anni, la Fiera,si è ispirata a queste veglie per incontrarsi la sera sotto al tendone degli eventi di piazza Ganganelli. Non si può avere il fuoco ma ci si scalda con castagne e vin brulé. Quest’anno La Veglia di San Martino si tiene venerdì 8 novembre alle 21 ed è dedicata a Giustiniano Villa, il “poeta ciabattino”, a cent’anni dalla morte. Nato a San Clemente nel 1842 alternava l’attività di calzolaio a quella di poeta dialettale di piazza, anche alla Fiera di San Martino. Di lui ci sono rimaste oltre 130, tra zirudele e contrasti, che raccontano i difficili rapporti tra ricchi e poveri, padroni e contadini a cavallo dei due secoli.

A 10 anni dalla scomparsa di Ivan della Mea, la Fiera dedica due appuntamenti all’artista popolare nato in Toscana e vissuto a Milano. Si presenta il suo libro sabato 9 novembre alle 16.30 in piazza Ganganelli, con la collaborazione della biblioteca. Sempre in piazza, sotto alla tenda degli eventi, alle 21, presenta un concerto con i brani migliori di Della Mea accompagnato dalla fisarmonica di Guido Baldoni.

Grazie ad una nuova legge emanata dal Ministero delle Politiche Agricole e Alimentari sarà più semplice per le aziende agricole del settore accogliere gli enoturisti. Per illustrare le novità di questa importante regolamentazione che crea notevoli opportunità di sviluppo per il territorio e per le imprese, Coldiretti Rimini e la Fondazione Campagna Amica hanno organizzato il convegno “Viticoltura, Vino, Enoturismo” che si terrà venerdì 8 novembre dalle ore 10 alla biblioteca comunale di Santarcangelo. L’enoturismo è un nuovo modo di viaggiare e scoprire un territorio e le sue tradizioni.

Ci sarà poi l’Agricola, esposizione di macchine agricole ed attrezzature per l’agricoltura e l’edilizia, rappresenta più di ogni altro settore della fiera il legame con l’anima contadina dell’antica manifestazione. (f.v.)

ASCOLTA L'AUDIO