Domenica 17 Novembre15:02:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Piano di Riccione, lavori pubblici: ecco le nuove opere. Presto riqualificazione di viale e piazzale Ceccarini

Tra gli interventi la realizzazione di un nuovo anello ciclopedonale. Interventi anche per la nuova pubblica illuminazione

Attualità Riccione | 16:00 - 30 Ottobre 2019 Ingresso municipio di Riccione Ingresso municipio di Riccione.

La Giunta Comunale ha dato via libera al programma triennale dei lavori pubblici 2020-2022 e l’elenco annuale del 2020 che, come prevede la normativa, deve avere il via libera prima dell’approvazione del Bilancio. Si tratta di due atti fondamentali dell’ente per quanto riguarda le opere pubbliche ai quali verrà affiancato il Piano Investimenti allegato al bilancio di previsione con l’inserimento di ulteriori voci relative alla progettazione di determinate opere pubbliche.
In particolare per l’annualità 2020 sono previsti 12.313.500 euro, per nuovi interventi o in corso di realizzazione e che verranno completati il prossimo anno, andando a delineare un quadro complessivo che comprenderà un’ampia mole di lavori.
 
Il 2020 è l’anno dell’avvio della riqualificazione del porto, di viale e piazzale Ceccarini, del recupero dell’ex mattatoio comunale, dei lavori di miglioramento alla viabilità e dei quartieri.
 
Tra gli interventi in evidenza nel 2020 sono quelli previsti per le opere stradali: la  realizzazione di un nuovo anello ciclopedonale di collegamento agli impianti sportivi del Parco dello Sport, che consentirà la messa a sistema e la ricucitura di tutti gli impianti sportivi; lo sfondamento di viale XIX Ottobre per 1.450.000 euro; la riqualificazione di viale San Martino, sulla scorta di quanto già avviato con il nuovo viale Tasso inserito quest’ultimo nei lavori del 2020 per il secondo stralcio, compreso tra viale Bellini e via Verdi; il secondo stralcio della passeggiata Goethe e Shakespeare, tra nuovo arredo e opere stradali, nell’ultimo tratto tra piazzale Aldo Moro e il rio Marano; i lavori di riqualificazione di viale D’Annunzio da piazzale Azzarita al porto canale.
 
Previsti interventi anche per la nuova pubblica illuminazione in viale Ceccarini e nelle zona tra i viali Orazio, Virgilio e Catullo; il primo stralcio del Museo del Territorio alla ex fornace Piva; l’adeguamento e il completamento dell’impianto sportivo Italo Nicoletti, tra interventi allo Stadio del Nuoto, il campo sintetico da calcio e la pista di atletica; oltre 1.100.000 euro per la manutenzione della rete di fognatura bianca; sul versante della edilizia scolastica i lavori di demolizione e ricostruzione di una nuova palestra in via Ionio che consentiranno di arricchire le strutture a favore delle scuole e delle associazioni sportive comunali, e che andrà ad affiancarsi alla nuova palestra di via Alghero recentemente presentata alla città.
L’intero programma triennale con oltre 47 milioni di euro indica come strategiche per lo sviluppo della Comunità riccionese opere pubbliche destinate ai quartieri, dove dai primi mesi del 2020 partiranno lavori di restyling complessivi, sulla scia di Raibano, che comprenderanno lavori agli asfalti, marciapiedi, illuminazione, fognature in modo da ridisegnarne completamente il tessuto urbano. 
 
Un capitolo a parte è rappresentato dalle opere pubbliche la cui progettazione verrà inserita nel Piano Investimenti che verrà approvato contestualmente al bilancio, tra le quali sono incluse altre tre opere importanti per la città, quali l’ex mattatoio comunale, destinato ad ospitare un centro per la disabilità con il coinvolgimento delle associazioni locali, viale Ceccarini e piazzale Ceccarini e l’ex colonia Reggiana dal 2019 tornata  di proprietà del Comune.
“ In questo piano triennale – afferma l’assessore ai lavori pubblici Lea Ermeti – diamo corpo ad una serie concatenata di opere pubbliche per la città attraverso scrupolose politiche di bilancio e un impegno sempre presente nel portare avanti una serie di interventi pubblici, sia programmati che nuovi. Stiamo realizzando e concretizzando quanto affermato in campagna elettorale grazie alle risorse dei riccionesi reinvestite sulla città. Un impegno consistente che consideriamo vitale prestando grande attenzione all’aspetto infrastrutturale e al decoro in modo di incentivare una serie di comportamenti virtuosi tra i cittadini. Penso ad esempio all’edilizia scolastica dove la macchina progettuale e dei lavori è partita con la scuola Panoramica, i cui lavori di demolizione sono in procinto di partire, la scuola di via Capri con il cantiere già operativo, la nuova scuola di via Catullo per la quale è in fase di valutazione l’affidamento di un partenariato pubblico-privato. Così come sono in dirittura di arrivo i lavori per la pista ciclabile a San Lorenzo, la riqualificazione di viale Tasso, tra viale Verdi e via Massimo D’Azeglio e la passeggiata Goethe. Scuola, salvaguardia dell’ambiente e buone abitudini con percorsi ciclopedonali, sono solo alcune delle ricadute positive che la città e i riccionesi avranno con le opere pubbliche previste dall’amministrazione”.