Giovedý 05 Dicembre23:28:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Operazione lungomare, maxi investimento della Regione per riqualificare il waterfront di dieci comuni

Sono oltre 32 i milioni messi sul piatto per finanziare i dieci progetti, di cui 5 riminesi. I lavori entro il 2021

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 12:45 - 30 Ottobre 2019 Sindaci, assessori e il presidente della Regione alla presentazione della maxi operazione lungomare Sindaci, assessori e il presidente della Regione alla presentazione della maxi operazione lungomare.

Ci sono dieci grandi cantieri pronti a partire in altrettanti comuni della riviera romagnola, tra Cattolica e Comacchio, per rendere tutti i 110 chilometri di costa adriatica più belli, serviti e attrattivi per residenti ma soprattutto per turisti, vecchi e nuovi. Grazie a un impegno economico della Regione Emilia-Romagna unico in Italia da ben 32 milioni e mezzo di euro, i progetti potranno concludersi entro il 2021 e collegare sotto il segno della sostenibilità ambientale, della modernità e dell’attrattività le porzioni di riviera di dieci comuni, di cui 5 della provincia di Rimini.

La "cartolina più bella del mondo"


Al tavolo dei relatori erano seduti i rappresentanti politici di tutti i comuni interessati, assieme a quelli della Regione. Il primo a intervenire al Grand Hotel di Rimini nella conferenza stampa di presentazione ufficiale della maxi operazione lungomari è stato Andrea Corsini, assessore regionale al turismo: «In questa operazione saranno coinvolte oltre 200 imprese per la riqualificazione della loro azienda, ma anche del bene pubblico», enumera l'assessore, «anche se le presenze turistiche sono cresciute da 45 a 60 milioni nel giro di pochi anni, non possiamo smettere di innovare, anche perché ci sono mete turistiche che si sono liberate dal terrorismo, quindi ora la concorrenza a livello mondiale è più aggeurrita. Questo provvedimento si aggiunge a quello da 25 milioni di euro per ristrutturare e ammodernarne alberghi e strutture ricettive in tutto il territorio».

A chiudere invece gli interventi del mattino il presidente Stefano Bonaccini: «Siamo la regione traino in Italia sotto molti punti di vista e quando ci siamo insediati abbiamo deciso che il turismo sarebbe stato uni dei nostri pilastri di crescita assieme a cultura e manifattura, tanto che è passato dal generare un Pil dell'8 per cento regionale a quasi il 12 attuale. Questo è l'investimento più importante che la Regione abbia mai fatto in questo settore, ma anche che qualsiasi altra Regione abbia fatto in Italia nel turismo e il pregio è che costringe i privati a investire su loro stessi per stare al passo con il pubblico. Eravamo partiti nelle intenzioni a voler investire 20 milioni di euro, ne abbiamo messi sul piatto 32,5 milioni ma siamo pronti ad aggiungere ulteriori risorse, ad esempio per investire sulle infrastrutture dell'aeroporto di Rimini. Presto avremo 500 auto elettriche da distribuire tra stazioni e alberghi, sarà formalizzato l'accordo con il Bayern Monaco per attirare ancora più turisti tedeschi in Riviera e grazie al passante di Bologna la gente potrà raggiungerci in modo giù agevole senza restare bloccata nell'imbuto della tangenziale. Le presenze nell'entroterra crescono così come i turisti culturali e sportivi e non dimentichiamo che le più importanti manifestazioni sportive in Italia sono qui, assieme ai 44 prodotti IGP  e DOC, la regione con numero più alto d'Italia». Insomma una serie di assi nella manica già pronti per essere sfoderati. Manca solo il giusto lungomare.

Gli interventi nel Riminese
Oltre al Parco del mare, a Bellaria verrà costruito un nuovo asse pedonale per proseguire via Colombo e sarà costruito il lungomare a Bellaria centro e nord; a Cattolica sarà riqualificato e rifunzionalizzato il lungomare di Levante-Rasi-Spinelli; a Misano Adriatico verrà riqualificato il lungomare sud da via D’Azeglio a piazza Colombo; infine a Riccione verrà sistemata la passeggiata Goethe e Shakespeare da piazzale Azzarita al Rio Marano.

Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi ha ben chiaro cosa vuol dire investire sul turismo inteso come linfa vitale di un territorio: «Dobbiamo migliorare a livello logistico per intercettare i flussi, migliorando ad esempio i collegamenti del nostro aeroporto. Anche se le ultime tre stagioni sono state straordinarie dal punto di vista dell'incoming, non possiamo non intervenire per migliorare da una parte l'hardware, ovvero il lungomare e i suoi servizi, ma anche il software, ovvero la promozione (ricordando anche l'impegno di Visit Romagna in termini logistici ed economici per lanciare la promo-commercializzazione della Romagna, ndc). Non si può evocare il sistema e poi chiudersi nei propri campanili». Per Rimini l'operazione riguarderà 16 chilometri di costa con la costruzione del Parco del mare, con la creazione di un parco urbano che connetta l'edificato all'arenile, creando continuità tra le aree pubbliche e quelle private. Verrà messo in sicurezza il lungomare dal punto di vista idraulico, pedonalizzato eliminando corsie viabili e i dislivelli tra i marciapiedi e il sedime. Si tratta dell'intervento più corposo, per un importo complessivo da 10 milioni di euro. Nel frattempo sono già partiti i lavori per il rifacimento del lungomare a Rimini Nord.

C'è poi il Comune di Cattolica, con il progetto per la riqualificazione e la rifunzionalizzazione turistico balneare nel lungomare nel tratto Levante-Rasi-Spinelli. Verranno inserite attrezzatue per fare palestra all'aperto, con un migliore collegamento all'area sportiva che è stata recentemente potenziata. Ci saranno anche sistemi di recupero delle acque piovane per irrigare le aree verdi pubbliche. Il tutto per un importo totale di 4,5 milioni di euro.

Il Comune di Bellaria-Igea Marina è il secondo che riceverà un finanziamento sostanzioso, pari a 3,5 milioni di euro, per proseguire l'asse pedonale di via Colombo con la realizzazione del lungomare tra il centro e il sud del paese. Sarà lungo 1,5 chilometri e sarà dotato di sedute, vegetazione e con un migliore accesso per i mezzi di soccorso. Ci sarà anche una nuova linea fognaria per collegare tutti i nuovi stabilimenti, assieme a nuova illuminaione e banda larga. L'intervento costerà 3,5 milioni di euro.

Nel Comune di Misano Adriatico verrà posto l'ultimo tassello della riqualificazione urbana del lungomare con il prolungamento a sud degli interventi su via Litoranea partendo da via D'Azeglio fino a Portoverde, per un tratto di 750 metri. L'intervento costerà 2,5 milioni di euro.

Infine il Comune di Riccione con il restyling della passeggiata Goethe e Shakespeare da piazzale Azzarita a Rio Marano, un collegamento pedonale di 1300 metri con grosse potenzialità. Ci saranno nuovi elementi di arredo, nuovi ingressi agli impianti e l'inclusione di aree parcheggio a pagamento. Il tutto per 2,2 milioni di euro.

Francesca Valente

ASCOLTA L'AUDIO