Giovedý 21 Novembre11:10:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La Regione finanzia nuovi progetti sportivi, tra cui uno del territorio di Misano Adriatico

Emma Petitti: "Abbiamo stanziato 168 mila euro per la realizzazione di 17 nuovi progetti sul territorio finalizzati al miglioramento fisico, psichico e sociale della persona"

Attualità Misano Adriatico | 15:24 - 29 Ottobre 2019 Atleta in pista Atleta in pista.

C’è anche il progetto “Crescere liberi e responsabili” dell’Atletica Santamonica di Misano Adriatico tra le 17 iniziative sportive approvate dalla Giunta regionale e ammessi a contributo dopo che si sono rese disponibili nuove risorse per il Piano triennale dello sport. Si tratta di progetti presentati da società sportive dilettantistiche, scuole ed enti del territorio che hanno l’obiettivo di promuovere la salute, la legalità e l’inclusione sociale attraverso l’attività motoria e l’esercizio fisico.
La salute e il benessere sono fra i cardini della nostra Nuova legge regionale sullo sport, così abbiamo scelto di stanziare altri 168 mila euro per permettere la realizzazione di iniziative sportive presentate da varie realtà del territorio - dichiara l’assessora al Bilancio della Regione Emilia-Romagna Emma Petitti (nella foto)Il Piano triennale comprende progetti e azioni di promozione appunto dell’attività sportiva, contrasto all’abbandono e integrazione delle persone con disabilità mettendo in primo piano anche la sicurezza, con presidi di primo soccorso negli impianti sportivi e la presenza di personale qualificato, l’integrazione sociale dei soggetti svantaggiati e il coinvolgimento della popolazione femminile e anziana. Come Regione abbiamo sempre creduto e investito sulla pratica motoria, come strumento per migliorare la qualità di vita delle persone e diffondere valori sociali ed educativi fondamentali, quali la determinazione, il coraggio, l’impegno, nonché come occasione per stare insieme e rafforzare legami. Destinare fondi a questo settore significa anche dare risposte a una domanda di qualità che arriva da un mondo fatto di volontari e associazioni che rappresentano una realtà preziosa della nostra comunità. Da inizio legislatura abbiamo investito oltre 58 milioni di euro.”
Progetti finanziati:
Obiettivo 55’ della società Real di Sala Bolognese (Bo) che promuove la salute negli over 50. 

La cultura dello sport’ è invece la proposta dell’Istituto comprensivo “Leopardi” di Castelnuovo Rangone (Mo).

Hi-life Club di Fiscaglia (Fe) propone ‘Prendetevi più a cuore, mentre la Polisportiva bolognese Santa Viola lavora su la solidarietà e l’insegnamento dello sport contro il bullismo.

Nel bolognese, a Ozzano, Otto ruote che uniscono di Magic Roller è fra i progetti finanziati, con Scuola Verde in Movimento presentato a Imola da Giocathlon. 

Punta sul benessere da 3 a 90 anni la proposta della polisportiva di Maranello (Mo), mentre il Comune di Modena vede nello sport uno strumento per garantire legalità e inclusione.
A Forlì, l’Aics Volley ha ottenuto il via libera per Donne, facciamo rete? insieme alla polisportiva Cava che ha promosso la ginnastica per un corretto stile di vita sin dall’infanzia.

I progetti della Uisp di Reggio Emilia (Rete in movimento) e del circolo ippico Lo Stradello (Il cuore oltre l’ostacolo) di Scandiano arrivano invece dal reggiano.

Tre le proposte da Ravenna: Federazione italiana Fitness (attività motoria per tutti), Uisp di Ravenna-Lugo (Terra, acqua e neve) e Nuoto Club 2000, dal titolo significativo: Splash

L’Atletica Santamonica di Misano Adriatico (Rn) propone Crescere liberi e responsabili.