Martedý 12 Novembre13:35:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tentano di rubare una bici elettrica, poi fanno razzia nel market: tre arresti nel Borgo San Giuliano

Nei guai tre giovani, due rumeni e un magrebino: il titolare del negozio di bici è stato minacciato

Cronaca Rimini | 13:13 - 29 Ottobre 2019 Auto della Squadra Volante (foto di repertorio) Auto della Squadra Volante (foto di repertorio).

Tre giovani seminano lo scompiglio nella serata di ieri (lunedì 28 ottobre) nel Borgo San Giuliano e sono stati arrestati per furto aggravato in concorso, tentato furto e resistenza e minacce a pubblico ufficiale, nonché sottoposti a fermo per tentata rapina impropria e aggravata: si tratta di un 24enne magrebino e di due rumeni, un 25enne e un 26enne, tutti residenti a Rimini e con una lista lunga di precedenti per reati che vanno dallo spaccio alla rapina, fino agli atti persecutori. I tre hanno prima cercato di rubare una bici elettrica esposta all'esterno di un negozio in viale Tiberio, con il 25enne rumeno che, armato di bottiglia, ha minacciato il titolare intervenuto per fermarli; in seguito, messi comunque in fuga, hanno fatto razzia di generi alimentari e alcolici al supermercato Conad posto nelle vicinanze.


I fatti


La Squadra Volante della Polizia è intervenuta alle 19.15 di ieri in viale Tiberio su chiamata del titolare di un negozio di biciclette, che aveva visto il magrebino, con un cappellino a celargli in parte il viso, salire in sella a una bici elettrica, del valore di quasi 3000 euro ed esposta sul marciapiede, mentre i due rumeni fungevano da palo. Un furto però fallito a causa del lucchetto inserito: mentre il negoziante stava per bloccare il magrebino, il 25enne rumeno è intervenuto, minacciandolo con una bottiglia di vetro per consentire al nordafricano di scappare. I tre si sono dileguati e si sono "rifugiati" nel supermercato Conad, dove però hanno iniziato a rubare generi alimentari e alcolici, nascondendoli in uno zainetto e addirittura, nel caso di una confezione di wurstel, nelle proprie mutande. La seconda fuga, dal supermercato, è stata però bloccata dagli agenti della Volante, che erano sulle loro tracce. Il 25enne rumeno è stato quello che ha offerto più resistenza all'arresto, tendando anche di sfondare la cellulare di sicurezza dell'autovettura della Volante.