Domenica 17 Novembre15:20:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Al via i lavori per opere provvisionali alle mura castellane di Montescudo-Montecolombo

Dopo i recenti crolli, l'intervento vuole mitigare ulteriori danni

Attualità Montescudo-Montecolombo | 16:29 - 28 Ottobre 2019 Al via i lavori per opere provvisionali alle mura castellane di Montescudo-Montecolombo

Dopo gli ultimi sopralluoghi dei giorni scorsi, questa settimana inizieranno i lavori per le previste opere provvisionali, per porre un primo rimedio al cedimento delle mura di Piazza del Mercato in Via Borgo Malatesta. L’opera è finanziata per 80.000 euro con fondi regionali, erogati a seguito del crollo del 14 aprile 2019, e per 10.000 euro con stanziamento comunale.

Il progetto prevede la realizzazione di una struttura temporanea di rinforzo composta da 8 contrafforti in acciaio imbullonati su fondazione in cemento armato ancorata al terreno mediante pali trivellati profondi 8 metri. Le lavorazioni prevedono una prima fase di messa in sicurezza con recinzione dell’area di cantiere e primo trattamento del muro con calcestruzzo spruzzato per bloccare possibili crolli e permettere agli operai di lavorare in sicurezza. Solo successivamente inizieranno i veri e propri lavori di rinforzo temporaneo del muro, che comprenderanno la trivellazione, lo scavo e il getto di cemento armato per realizzare la fondazione necessaria a sostenere i contrafforti in acciaio (come da figura), i quali sorreggeranno un paramento eseguito con rete elettrosaldata per tutta l’area del muro a rischio cedimento (circa 20 metri per 7,80 metri).

Si segnalano dunque probabili disagi per la cittadinanza, dovuti alla presenza del cantiere all’interno del borgo cittadino di Montescudo, con vibrazioni dovute alle azioni delle trivelle. I lavori, secondo cronoprogramma, non dovrebbero protrarsi oltre la fine di gennaio. L’opera rivestirà carattere temporaneo (provvisionale appunto), fino a che non si provvederà con successivo intervento pubblico al consolidamento e rifacimento del tratto di mura cartellane interessate. Nel frattempo, a collaudo delle opere provvisionali avvenuto, sarà possibile revocare l’ordinanza di sgombero ed interdizione al pubblico emessa dal Sindaco il 14 aprile scorso per ragioni di pubblica sicurezza.

E’ evidente che nel frattempo l’area rimarrà “occupata” dalla struttura e pertanto si auspica di portare a termine nel più breve tempo possibile il definitivo consolidamento, così da restituire al Borgo di Montescudo una piazza così importante.