Luned́ 25 Ottobre20:55:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Visit Romagna approva con 6,75 milioni la promo-commercializzazione della "Terra della Dolce Vita"

Parte la campagna di rinforzo al comparto balneare con il progetto Mare dedicato

Attualità Rimini | 12:04 - 24 Ottobre 2019 La presentazione del nuovo piano di promocommercializzazione della Terra della Dolce vita allo Ieg di quest'anno La presentazione del nuovo piano di promocommercializzazione della Terra della Dolce vita allo Ieg di quest'anno.

Quasi 7 milioni di euro per sostenere il turismo in Romagna nel 2020, l'anno in cui la terra di Federico Fellini e Pellegrino Artusi, di Tonino Guerra e di Dante Alighieri punta ad affermarsi in Italia e all'estero come "La terra della dolce vita".

L'assemblea dei soci di Visit Romagna, l'ente pubblico che coordina la promozione turistica delle province di Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, ha dato giovedì il via libera alla proposta da portare in Regione del Programma annuale delle attività turistiche per il 2020: si tratta in totale di 6 milioni 751 mila euro, di cui 3 milioni 520 mila per l'attuazione e 3 milioni 231 mila per il piano turistico di promozione locale (PTPL). Alla Regione saranno chiesti 3 milioni 168 mila euro per il sostegno del programma di promo-commercializzazione e di 3 milioni 231 mila per il Ptpl 2020, mentre ai soci spetta il versamento delle quote parte di 300 mila euro e ai privati di 52 mila.

Il programma sarà inviato all’attenzione della cabina di regia regionale e all’assessorato al turismo per l’assegnazione delle risorse a valere sul bilancio 2020.

«Si tratta di uno sforzo consistente che va nella direzione di ampliare e potenziare precisi asset strategici, sia infrastrutturali che di software», sottolinea il presidente di Visit Romagna Andrea Gnassi, «segnalo in particolare l’importante investimento sul balneare, facendo da "ariete" per l’intero turismo italiano che proprio su questo strategico segmento sta soffrendo la concorrenza internazionale. La Romagna dà in questo senso un segnale fortissimo, auspicando che possa essere replicato da altri territori e dalle politiche nazionali di sistema».
 
Il budget più significativo di 835 mila euro va per l'appunto al Progetto Mare che vuole riqualificare l'offerta balneare della Riviera romagnola, e comprende anche tutti gli strumenti per garantire l'arrivo più facile dei turisti stranieri come l'accordo di promozione con Deutsche Bahn per la conferma dei treni dalla Germania verso Cesena e Rimini, per il quale si sta lavorando insieme ad APT servizi per portarlo a cadenza quotidiana, l’accordo con i parchi divertimento, il consolidamento dei progetti legati ai giovani e alla night life, e la promozione all’estero in coordinamento con APT servizi in particolare per lo sviluppo di una campagna di promo-commercializzazione della riviera congiunta con vettori aerei che opereranno su Rimini.

A seguire i grandi eventi e gli eventi di sistema, che raccolgono 840 mila euro tra Notte Rosa, Natale e Capodanno (in totale 500 mila euro per i due eventi di sistema più distintivi della Romagna), il progetto Riders' Land con la Riders' Week durante il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, la novità del Raduno nazionale degli Alpini,  i centenari di Fellini, Guerra, Artusi e Dante, le grandi mostre e gli appuntamenti della Wellness Valley.
 
Tra le altre iniziative finanziate, la Romagna Bike Experience, che unisce la promozione degli itinerari a quella delle grandi competizione sportive, che vedranno la Romagna protagonista 2020 del bike in Italia e all’estero con un calendario di competizioni che andrà da marzo a settembre inoltrato senza sosta, la Romagna Food Experience che si imporrà trasversalmente su ogni tematica affrontata e il progetto dedicato alla valorizzazione di borghi, rocche e castelli nell’ambito del coordinamento regionale che vede l’affermazione dei borghi più belli d’Italia, e del progetto Oh che bel castello.
 
Nel programma di Visit Romagna per l'anno che verrà, trovano ampio spazio anche una serie di progetti innovativi, sostenuti con un investimento di 835 mila euro, a partire dalla sperimentazione della carta di destinazione, lo strumento unico per acquistare servizi, trasporti, eventi ed experience.
 
Con l'approvazione del programma annuale delle attività turistiche prende contestualmente il via anche l'"Avviso pubblico per la partecipazione di operatori privati al programma di promo-commercializzazione 2020 della Destinazione turistica Romagna": una possibilità che Visit Romagna offre sia per permettere agli  operatori privati di partecipare al Programma di promo-commercializzazione della Destinazione sia per promuovere progettualità innovative attraverso un effettivo coinvolgimento dei soggetti privati sin dalla fase di progettazione delle iniziative da realizzare.
Tutti i bandi saranno pubblicati dal 24 ottobre sul sito istituzionale.


< Articolo precedente Articolo successivo >