Domenica 17 Novembre17:41:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

"Spessore" da Poggio Torriana a "Ein Prosit", l'evento della Valmarecchia sbarca in Friuli

Importante partecipazione alla manifestazione che richiama centinaia di gourmand da tutto lo stivale

Attualità Poggio Torriana | 10:37 - 23 Ottobre 2019 Gianluca Gorini e Antonia Krugman Gianluca Gorini e Antonia Krugman.

Spessore esplora sempre nuove rotte e in questo 2019 in cui già si è fatto Campobase diventa anche itinerante, regalando pillole di sé a Ein Prosit. L’evento ideato da Fausto Fratti che da sette anni a questa parte vede arrivare nel mese di giugno nel cuore della Valmarecchia tanti fra i migliori cuochi dello Stivale e fa di Torriana una sorta di Woodstock della cucina italiana varca dunque per la prima volta i confini regionali per una prestigiosa partecipazione alla XXI edizione della principale rassegna eno-gastronomica autunnale del Nord Est in programma quest’anno fra il 24 e il 28 ottobre con anteprima a Tarvisio mercoledì 23.

Una manifestazione che – come Spessore a fine primavera – richiama centinaia di gourmand dalle varie latitudini e longitudini grazie a una platea di cuochi di altissimo livello. Affascinati dall’esperienza del “Campobase” allestito per quattro giorni nello scenario straordinario e selvaggio del Giardino delle pietre recuperate (oltre 50 fra i migliori esponenti dello Stivale sono arrivati a Torriana “armati” del solo coltello per inventarsi ogni giorno un menu di 20 piatti con la spesa fatta quotidianamente da Pier Giorgio Parini e Gianluca Gorini in quello che è da sempre uno spazio di libertà creativa), i rappresentanti del Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, di Sella Nevea e di Passo Pramollo che organizzano Ein Prosit in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia hanno chiesto la possibilità di esportare un “assaggio” della formula all’ombra delle Alpi ed è nata la speciale serata di giovedì 24 ottobre.

Spessore a Manzano

Saranno dieci gli ambasciatori di Spessore in azione all’Elliot Hotel & Restaurant di via Orsaria 50 a Manzano, in provincia di Udine. Con Piergiorgio Parini e Gianluca Gorini (il primo cuoco cercatore in sodalizio professionale con Fratti dall’edizione d’esordio all’Osteria del Povero Diavolo e il secondo titolare del Ristorante DaGorini di San Piero in Bagno e diventatone promotore in questo 2019), cucineranno Paolo Balbinot del Cardus di Vittorio Veneto), Lorenzo Ruta della Taverna Migliore di Modica nel Ragusano, il cuoco viaggiatore veneziano Marco Bravetti, il trio del Giglio di Lucca Stefano Terigi, Lorenzo Stefanini e Benedetto Rullo, il “gelataio vagante” bolognese Silvio Di Donna e il maestro panificatore riminese di Pasta Madre Lorenzo Cagnoli. 

“Vedere apprezzato il lavoro di anni è ovviamente motivo di soddisfazione e orgoglio, ma quello che mi preme evidenziare è il fatto che da inviti e collaborazioni come questa a trarre giovamento sarà la cucina italiana” commenta Fausto Fratti: “Da sette anni in questo evento non poniamo vincoli o limiti alla capacità di esplorazione dei cuochi e le giornate che trascorrono spalla a spalla in un confronto costante arricchiscono tutti i protagonisti alimentando un processo di crescita collettiva. Spessore richiama in Romagna cuochi da tutta Italia ed è pronto a farsi itinerante e a piantare le tende del Campobase dove si possano condividere esperienze di questo tipo”.