Venerd́ 06 Dicembre04:44:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Al Cinema Tiberio il docufilm sul museo Ermitage, con la partecipazione di Toni Servillo

Appuntamento dal 21 al 23 ottobre per la rassegna "La grande arte al cinema"

Eventi Rimini | 12:31 - 19 Ottobre 2019 Riprese del docufilm "Ermitage" Riprese del docufilm "Ermitage".

Al Cinema Tiberio di Rimini (via San Giuliano, 16) da lunedì 21 a mercoledì 23 ottobre (ore 21, mercoledì anche ore 17, biglietti interi € 10, ridotti € 8) nuovo appuntamento con La Grande Arte al Cinema: in cartellone "Ermitage - il potere dell'arte" di Michele Mally, con la partecipazione speciale di Toni Servillo: Il docufilm, realizzato in stretta collaborazione con il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, racconta le grandi storie che sono passate per i corridoi del museo e per le strade della città: dalla fondazione di Pietro I allo splendore di Caterina la Grande, dal trionfo di Alessandro I contro Napoleone, alla Rivoluzione del '17, fino ai giorni nostri. Immagini spettacolari porteranno gli spettatori nei grandiosi interni del Museo e del Palazzo d'Inverno, nel Teatro, nelle Logge di Raffaello, nella Galleria degli Eroi del 1812. Un luogo magico svelato attraverso i racconti dei protagonisti, le storie e i luoghi segreti, aperti alle telecamere per l'occasione. Un'incomparabile metropoli dell'arte ricca di oltre 3 milioni di opere. Dentro l'Ermitage, del resto, si può ripercorrere tutta la grande arte europea, da Leonardo a Raffaello, da Van Eyck a Rubens sino a Tiziano e Rembrandt, mentre fuori dalle sue mura la storia si snoda per luoghi ricchi di memorie. Ma la leggenda di San Pietroburgo si trasmette anche attraverso poesie e romanzi che ne hanno mostrato il fascino nel corso dei secoli, come quelli di Nabokov, Dostoevskij e di Achmatova.
Per raccontare visivamente lo sviluppo urbano e architettonico, San Pietroburgo verrà presentata nella sua veste diurna e negli splendori delle sue notti, con la Prospettiva Nevskij, il lungoneva, i ponti, il profilo del complesso dell'Ermitage, il Cavaliere di Bronzo, le statue di Pushkin, di Caterina la Grande, di Gogol, le dimore nobiliari che si affacciano sui canali, senza dimenticare la musica e l'opera dei grandi architetti italiani, come Trezzini, Rastrelli, Quarenghi, che ne disegnarono il profilo.