Giovedý 14 Novembre08:32:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio C, Cioffi: 'Che carattere il mio Rimini. Il rigore? C'era, il rosso no: è ora di alzare la voce'

Arlotti: 'Da tempo da riminese sognavo il gol nel derby'. Gerardi: 'I tifosi hanno apprezzato lo spirito'

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 20:31 - 20 Ottobre 2019 Cioffi in conferenza stampa nel post partita (in gallery Arlotti, Gerardi e Modesto) e l'esultanza di Arlottii Cioffi in conferenza stampa nel post partita (in gallery Arlotti, Gerardi e Modesto) e l'esultanza di Arlottii.

Nel dopo derby sul fronte riminese mister Renato Cioffi elogia lo spirito della squadra e bacchetta l'arbitraggio. “Ho visto la squadra col sangue agli occhi, ha avuto la forza di rimontare in dieci e addirittura avrebbe potuto vincere. Abbiamo mostrato un grande carattere e questo i nostri tifosi lo hanno capito applaudendoci alla fine. Ho visto tutti farsi in quattro a rincorrere gli avversari. La squadra ha ritrovato lo spirito battagliero. Caratterec e temperamento sono fondamentali””.

Sul rigore: “Il rigore c'è, Scappi ha commesso una ingenuità, ha trattenuto l'avversario, ma il rosso è stato esagerato perchè non era affatto detto che fosse una chiara occasione da gol con l'attaccante in quella posizione. Un rosso che ha rovinato la partita, un derby che era ancora nelle fasi iniziali. Ancora una volta l'arbitraggio non mi ha convinto, episodio a parte, in tante situazioni. In tante situazioni siamo stati svantaggiati, ad esempio l'ammonizione di Arlotti dopo il gol mentre Butic che è andato ad esultare come il mio giocatore, l'ha fatta franca. E' la quinta partita in cui ci sono questi episodi. Adesso basta, la società deve farsi sentire. Buoni sì, fessi no”.

Scott Arlotti esulta per la rete, un gol che ha un sapore particolare per un ragazzo del settore giovanile. “Questa rete la sognavo da anni, mi fa enorme piacere, è stata una emozione forte – racconta – : per un riminese segnare nel derby, poi in inferiorità numerica, è stato da brivido. Ho sfruttato l'errore di un difensore e l'abilità di Gerardi che ha portato via due difensori: mi sono portato verso la porta, appena ho visto lo spazio ho calciato, ho cercato di metterla a incrociare: è partito un buon tiro”.

Sulla partita: “Il Cesena è partito meglio di noi, noi siamo stati bravi a reagire e ci abbiamo provato fino alla fine a ribaltare il risultato: di fronte a tanta gente abbiamo raddoppiato le forze. Siamo stati bravi a chiuderci e a ripartire, con Gerardi e Ventola abbiamo sfiorato il 2-1 e penso che se ci fossimo riusciti sarebbe venuto giù lo stadio. E' un punto che ci dà fiducia per le prossime partite a cominciare da quelle di Reggio Emilia.”

L'attaccante Federico Gerardi sottolinea: “Teniamoci stretto questo punto, l'abbiamo conquistato col cuore in una bella partita giocata in 10 per quasi 70' contro un avversario forte e i tifosi hanno apprezzato il nostro spirito. La rete subita e l'espulsione ci hanno dato lo scossone giusto dopo una partenza migliore da parte del Cesena, bravo nella manovra: lì abbiamo messo in campo gli attributi. Siamo stati più coperti cercando di ripartire: avremmo potuto anche vincere. Purtroppo paghiamo gli errori individuali in maniera eccessiva. Ora a Reggio Emilia dobbiamo giocarci la partita e poi fare punti contro Fermana e Pesaro in casa: la classifica è corta con due vittorie fai un bel balzo. Piuttosto il derby ci ha fatto spendere molte energie nervose, cercheremo di recuperare in questi giorni”.



ASCOLTA L'AUDIO