Mercoledė 20 Novembre06:49:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cane ucciso a colpi di fucile caricato a sale a Pennabilli, il magistrato apre un fascicolo d'indagine

L'ipotesi di reato è di uccisione di animali, la pena più alta è di due anni. Si cerca il responsabile

Cronaca Pennabilli | 08:06 - 14 Ottobre 2019 Un border collie (foto di repertorio) Un border collie (foto di repertorio).

Un border collie di 7 anni è stato ucciso a Pennabilli con tre colpi di fucile a sale. Il grave reato di cui si è macchiato l’autore, che ha colpito il cane durante una passeggiata, è uccisione di animali, punibile con la reclusione fino a due anni. Come riporta il Corriere di Romagna, il cane è riuscito a tornare a casa ma nonostante il tempestivo intervento del veterinario, non è riuscito a sopravvivere. All’apparenza si vedevano soltanto delle macchie di sangue all’altezza del collo, ma la vera ragione della morte è stata accertata soltanto attraverso le radiografie svolte nell’ambulatorio di Novafeltria, che hanno permesso di evidenziare la presenza di pallini di piombo. L’episodio risale al 24 settembre a fa ma ora il magistrato ha aperto un fascicolo, sono quindi in corso le indagini da parte dei carabinieri forestali per consentire di rintracciare responsabili e responsabilità penali. Più che una brava, si propende per uno screzio ai danni del proprietario, titolare di un’attività turistica.