Marted́ 15 Ottobre11:35:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Chiusura della strada per il mercato di Montescudo, più sicurezza per clienti e standisti

Il Sindaco Elena Castellari,: "Attenzione ai divieti e alle indicazioni per le strade alternative"

Attualità Montescudo-Montecolombo | 17:48 - 11 Ottobre 2019 Una banco del mercato ambulante, foto di rpertorio Una banco del mercato ambulante, foto di rpertorio.

L’Amministrazione Comunale, d’accordo con il Comitato dei Commercianti e in collaborazione con la Polizia Municipale della Valconca, ha deciso di avviare una fase sperimentale per il mercato domenicale di Montescudo, perimetrando al meglio l’area mercatale e predisponendo una nuova viabilità in funzione della sicurezza di clienti e standisti. Tutta l’area delle bancarelle - che verranno poste su via Borgo Pandolfo Malatesta stante i lavori in arrivo alle mura - verrà interdetta al traffico veicolare, che verrà di conseguenza dirottato sulle altre vie alternative, opportunamente segnalate. Le modifiche alla viabilità sono state già comunicate a tutti gli interessati residenti nella zona e durante la mattinata saranno presenti comunque anche gli agenti della Polizia Municipale per regolare il traffico verso le altre strade di collegamento.
“Il mercato domenicale di Montescudo”, spiega il Sindaco Elena Castellari, “è ormai diventato un appuntamento importante per i residenti del nostro Comune e non solo, visto che oltre agli standisti anche le altre attività commerciali restano aperte durante l’evento, dando quindi un servizio importantissimo per chi la domenica ha necessità di fare acquisti o altro. D’accordo con il Comitato dei Commercianti, inoltre, stiamo valutando l’idea di regolamentare il mercato domenicale, al fine di farlo crescere e di valorizzarlo sempre di più. E questa sperimentazione va in tale direzione. Riguardo infine alle modifiche alla viabilità”, conclude il Sindaco, “chiediamo a tutti di prestare attenzione ai divieti e alle indicazioni per le strade alternative. Si tratta comunque di piccole deviazioni che speriamo vengano recepite in poco tempo da chi usualmente si sposta sul nostro territorio.