Mercoledý 11 Dicembre16:02:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un diario uguale per tutti: il regalo del paese ai bambini della scuola di Sant'Agata Feltria

Sono stati 47 i diari consegnati e acquistati grazie ai contributi offerti da commercianti e imprenditori locali

Attualità Sant' Agata Feltria | 06:45 - 13 Ottobre 2019 Diari acquistati grazie ai contributi offerti dai commercianti e dagli imprenditori locali Diari acquistati grazie ai contributi offerti dai commercianti e dagli imprenditori locali.

Diari scolastici, tutti dello stesso tipo, donati ai bambini e alle bambine della scuola primaria Caterina Elkan di Sant'Agata Feltria. Sono stati 47 i diari consegnati (tre quelli di riserva, qualora dovessero arrivare nuovi bambini, ad anno scolastico avviato, in seguito a trasferimenti di residenza o domicilio), preparati da una ditta di Macerata Feltria e acquistati grazie ai contributi offerti dai commercianti e dagli imprenditori locali. L'idea è nata all'insegnante Maria Lucia Cesarini: "Prima di Sant'Agata Feltria ho insegnato a Mercatino Conca e lì ho visto classi con i bambini che avevano tutti lo stesso diario. Credo che la scuola debba essere un luogo di accoglienza e che soprattutto debba abbattere le barriere socio economiche, che spesso nascono da piccole cose: capita purtroppo di vedere arrivare bambini senza diario", racconta. Un diario uguale per tutti, un segno per educare i bambini all'uguaglianza, ma anche per porre un freno al consumismo più smodato. L'insegnante Maria Lucia ha così proposto alle colleghe, per l'anno scolastico 2019-20, di adottare un diario personalizzato, ma uguale per tutti. Un'idea che è stata accolta favorevolmente e che si è concretizzata grazie a un lavoro in team che ha coinvolto anche una rappresentante di classe, Elisa Sartini. Le prime trenta pagine del diario sono strutturate per fornire ai genitori dei bambini tutte le informazioni utili, dai numeri di telefono alle regole dell'istituto. L'iniziativa ha avuto un grande consenso e dovrebbe essere riproposta anche per l'anno scolastico 2020-21. L'idea è di personalizzarlo ulteriormente, inserendovi disegni preparati dagli stessi bambini e dalle stesse bambine dell'istituto scolastico.