Marted 15 Ottobre09:40:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cartucce per stampante: meglio originali, rigenerate o compatibili?

A casa come in ufficio, la spesa da mettere in preventivo non è indifferente

Attualità Nazionale | 17:24 - 09 Ottobre 2019 Stampante, foto di repertorio Stampante, foto di repertorio.

Quando l’inchiostro della stampante finisce, il dilemma è sempre lo stesso e sono ancora in molti coloro che si chiedono quale sia la soluzione migliore tra cartucce originali, rigenerate e compatibili. A casa come in ufficio infatti, la spesa da mettere in preventivo non è indifferente: le cartucce costano parecchio e vale la pena chiedersi se sia il caso di optare per soluzioni più convenienti. In merito a questo argomento c’è ancora una certa confusione quindi oggi chiariremo le principali differenze tra originali, compatibili e rigenerate.
Online ci sono portali in cui possiamo trovare i toner e le cartucce per la stampante di qualsiasi tipologia e questo già ci permette di risparmiare perché nei comuni negozi i prezzi sono più alti. Vale però la pena chiedersi cosa sia meglio scegliere per ottenere buoni risultati di stampa senza spendere cifre esagerate.


Cartucce originali: pro e contro

Le cartucce originali, ossia quelle che riportano il marchio della casa produttrice e della stampante, sono sicuramente le migliori in assoluto. Non si rischiano problemi di incompatibilità a la qualità dell’inchiostro è ottima, quindi sono l’ideale per chi ha bisogno di produrre delle stampe di pregio. Se però l’obiettivo è quello di stampare dei semplici documenti, forse conviene orientarsi su altri tipi di cartucce perché quelle originali hanno un grande svantaggio: sono le più costose. Il marchio e la qualità dell’inchiostro infatti si pagano e non sempre vale la pena spendere cifre così alte.

Cartucce rigenerate: pro e contro

Le cartucce rigenerate sono una soluzione che sta diventando sempre più popolare, perché hanno costi inferiori rispetto a quelle originali e non rischiano mai di presentare problemi di incompatibilità. Questo perchè le rigenerate non sono altro che cartucce originali che una volta esaurite vengono ricaricate e riempite con nuovo inchiostro, mediante appositi kit. Oggi si possono acquistare anche online ma presentano un inconveniente che conviene sempre tenere in considerazione. La qualità dell'inchiostro è variabile e difficilmente si può paragonare a quello presente nelle originali. Molte persone si trovano bene con le rigenerate, altre un po' meno. Il segreto per non avere problemi è evitare quelle troppo economiche, perché significa che l'inchiostro è di scarsa qualità.

Cartucce compatibili: pro e contro

Le cartucce compatibili sono la soluzione più rischiosa, perché non vengono prodotte dal brand della stampante e possono quindi presentare diversi inconvenienti. Al giorno d'oggi i problemi di compatibilità sono ormai minimi, ma per quanto riguarda la qualità dell'inchiostro conviene sempre prestare attenzione. Le cartucce compatibili hanno il grande vantaggio di essere più economiche, ma se il prezzo è troppo basso vale sempre la pena diffidare. Se infatti sono eccessivamente economiche significa che la qualità dei materiali e dell'inchiostro lascia a desiderare e potrebbero alla lunga rovinare anche la stampante. Meglio quindi scegliere una via di mezzo, che abbia dei costi inferiori rispetto alle originali ma non esageratamente bassi. In commercio si possono trovare delle cartucce compatibili davvero molto valide, ma bisogna affidarsi ai brand più solidi e seri per avere la certezza di non rischiare uno spreco di denaro.