Domenica 15 Dicembre05:57:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Settimana nazionale della Protezione Civile, anche in Valmarecchia iniziative ed incontri

Sabato 12 ottobre all'area Campana a Santarcangelo allestito campo di accoglienza visitabile da chiunque

Attualità Santarcangelo di Romagna | 06:47 - 09 Ottobre 2019 Divise Protezione Civile Divise Protezione Civile.

È giunta alla 9a edizione la campagna nazionale per la sensibilizzazione della popolazione sul rischio sismico e sui comportamenti da tenere in caso di terremoto.
Quest'anno sarà proprio il capo Dipartimento della Protezione Civile - dottor Angelo Borrelli - a dare ufficialmente il via alla Settimana Nazionale della Protezione Civile, che vedrà coinvolte 850 Piazza in tutta Italia, dando la possibilità ai cittadini di conoscere più da vicino il sistema della Protezione Civile e informarsi sul rischio sismico del proprio territorio.
Anche il territorio dei comuni di Poggio Torriana, Verucchio e Santarcangelo di Romagna - appartenendo ad una zona in cui si sono verificati eventi sismici di varia entità - sarà parte integrante dell'evento con il coinvolgimento delle Amministrazioni Pubbliche e del Volontariato locale di Protezione Civile.
Sabato 12 ottobre i Volontari del Gruppo di Protezione Civile "Valle del Marecchia" saranno presenti nei pressi dell'Area Campana di Santarcangelo di Romagna con un gazebo dove saranno esposte varie documentazioni relative ai fenomeni sismici che si sono registrati sul territorio nel corso degli ultimi 1000 anni - non ultimo quello tra Santarcangelo e Santa Giustina - e materiale informativo/divulgativo relativo al rischio terremoto/maremoto.
Nella stessa area verrà inoltre allestito un campo di accoglienza completo di tutte le strutture che si attivano in caso di emergenza sismica, visitabile da chiunque sia interessato.
La giornata inizierà con il coinvolgimento attivo di parte della popolazione scolastica (scuola primaria "Pascucci" e scuola secondaria "Saffi") e proseguirà per tutti i cittadini che vorranno conoscere le attività del campo.
È prevista la presenza delle massime autorità governative provinciali e comunali ed inoltre la presenza pomeridiana di S. E. il vescovo Lambiasi che celebrerà la funzione religiosa ricordando il patrono della Protezione Civile San Pio da Pietralcina.