Mercoledė 20 Novembre01:29:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dal 12 al 19 ottobre è la settimana nazionale di protezione civile: ecco gli appuntamenti in provincia di Rimini

Banchetti a Riccione, Santarcangelo e Morciano, una mostra a Rimini ed un'esercitazione anche con Forlì e San Marino

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 16:07 - 08 Ottobre 2019 La presentazione della settimana nazionale di protezione civile in provincia di Rimini La presentazione della settimana nazionale di protezione civile in provincia di Rimini.

La provincia di Rimini si tinge di giallo per la settimana nazionale della protezione civile, che dal 12 al 19 ottobre impegnerà tre piazze e decine di uomini in divisa per esercitazioni, incontri di sensibilizzazione e visite guidate.

Si cominicia proprio sabato 12 ottobre dal parcheggio "La Campana" in viale Marini a Santarcangelo di Romagna, dal parco Conca di via Stadio a Morciano di Romagna e da piazza dell'Unità a Riccione (associazioni Arcione e Obiettivo Terra) con i banchetti della campagna "Io non rischio" incentrati sulla diffusione delle buone pratiche in caso di terremoto e alluvione (Santarcangelo sarà presente con i suoi volontari anche nella giornata di domenica).

Proprio alla Campana la protezione civile allestirà un campo di accoglienza della protezione civile che 150 studenti delle scuole secondarie e 90 scout lupetti potranno visitare, per capire come lavorano operativamente addetti e volontari.

Anche due classi quinte della primaria Marvelli di Rimini saranno accompagnate a visitare stavolta la sede di protezione civile del comune di Rimini che fa parte del sistema unico di allertamento provinciale, che tra le altre cose dirama le allerte meteo lanciate a livello regionale. Contestualmente, nell'ambito del festival Mondo antico, al museo civico sarà allestita una mostra dedicata ai terremoti, con un focus sul sisma del 1916 che ha colpito anche il territorio riminese. Sarà visitabile per tutta la settimana ed è a cura dell'associazione di ingegneri riminesi "Io non tremo".

Questi due sono soltanto due momenti di apertura dell'attività di sensibilizzazione che la protezione civile provinciale vuole condurre in molti altri istituti del territorio nel corso dell'anno scolastico. Con il coinvolgimento dell'ufficio scolastico provinciale infatti gli studenti del Tonino Guerra di Novafeltria, del Belussi di Rimini e del comprensivo di Cattolica potranno visitare l'unità di comando locale dei Vigili del fuoco che sarà allestita a Santarcangelo di fianco al campo della protezione civile, un centro operativo che viene attivato in caso di calamità. Gli studenti potranno così anche vedere gli automezzi in dotazione delle forze dell'ordine coinvolte in caso di calamità naturale.

Il sisma di Bertinoro del 1983 è infine il momento scelto per costruire la simulazione di un'esercitazione interprovinciale che il 18 e 19 ottobre impegnerà un centinaio di pompieri e 150 volontari di protezione civile di tutta la provincia facenti parte di alcune delle 32 associazioni attive, che di fronte a un finto terremoto di magnitudo 5,2 dovranno attivare tutte le procedure di salvaguardia dell'incolumità pubblica, con attenzione anche al patrimonio storico e architettonico. Dovranno anche essere trasportati al sicuro animali d'affezione particolari, di cui però ancora non è dato sapere l'esatta natura. Questo momento non riguarderà direttamente la popolazione, che potrà invece assistere a movimenti insoliti di masse di operatori e di volontari, ma una cosa è bene ricordare: che i cittadini dovrebbero conoscere i piani comunali di protezione civile per sapere già cosa fare autonomamente in caso di disastri ambientali. E visto quanto velocemente sta cambiando il clima, è meglio premunirsi.

Francesca Valente



ASCOLTA L'AUDIO