Mercoledý 13 Novembre04:44:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: spacca il vetro dell'auto per rubare, ma il proprietario si accorge e lo insegue

E' accaduto in via Vendemini nella zona di San Giuliano, arrestato 24enne irregolare

Cronaca Rimini | 10:57 - 08 Ottobre 2019 Un arresto della Polizia di Rimini, foto di repertorio Un arresto della Polizia di Rimini, foto di repertorio.

Tenta di rubare all'interno di un'auto lunedì sera verso le 22.30 ma viene beccato dal proprietario. Un 24enne di origine egiziana, irregolare in Italia e senza fissa dimora è stato arrestato dalla Polizia di Rimini. Gli agenti sono intervenuti in via Vendemini dove veniva segnalata una accesa discussione tra tre persone. Uno di loro era seduto e veniva trattenuto da un'altra persona. I poliziotti dopo aver calmato gli animi, hanno ricostruito la vicenda. Un uomo che risiede in zona, si trovava davanti a casa ed aspettava un amico. In quel mentre ha sentito alcuni rumori di vetri infranti provenire dal parcheggio. Corso sul posto ha visto il 24enne vicino alla sua auto. Il giovane ha cercato di distrarlo indicandogli un altro mezzo parcheggiato, ma l'uomo non ha spostato l'attenzione dalla sua macchina notando il vetro posteriore infranto. Il 24enne messo alle strette si è preso la colpa del tentato scasso. In quel mentre è giunto l'amico del proprietario dell'auto che, capita la situazione, lo ha acciuffato mentre il giovane cercava di scappare, ricevendo anche offese e minacce. La Polizia, giunta sul momento, ha perquisito il giovane trovandogli delle monetine, un auricolare Apple, una carta carburante e una tessera punti Esso. Vicino alla macchina c'era anche un cacciavite usato per il tentato scasso che il giovane ha riconosciuto come suo. Il 24enne ha poi ammesso di aver rubato cuffie e tessera da un'auto parcheggiata nelle vicinanze, fatto confermato dal controllo della Polizia. 
Il 24enne è stato portato in Questura dove è risultato che avesse molti alias. Sul suo capo inoltre una ulteriore pena residua da espiare in carcere per spaccio, lesioni e rapina. Verrà processato per direttissima per furto aggravato, tentata rapina impropria, daneggiamento, possesso ingiustificato di oggetti da scasso e per essere irregolare sul territorio.