Marted́ 15 Ottobre22:10:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Al via i WeFree Days, la due giorni di San Patrignano dedicata alla prevenzione

Tutto pronto per l’evento a cui parteciperanno oltre 2000 studenti. Spazio a spettacoli di prevenzione e incontri

Attualità Rimini | 12:53 - 07 Ottobre 2019 WeFree Days di San Patrignano WeFree Days di San Patrignano.

Appassionarsi alla vita avendo particolare cura dell’ambiente. E’ questo il messaggio che da domani la comunità San Patrignano cercherà di trasmettere agli oltre 2000 studenti che arriveranno in comunità in occasione dei WeFree Days, la due giorni dedicata alla prevenzione che da quest’anno porrà ancora maggiore attenzione al tema della sostenibilità ambientale.
L’evento, che gode dell’Alto Patronato della Repubblica, del patrocinio della regione Emilia Romagna e del Comune di Rimini, ed è realizzato grazie al sostegno di Conad e con la media partnership di QN - Poligrafici editoriali, a fianco degli spettacoli e degli eventi di prevenzione proporrà laboratori e workshop dedicati al riciclo e alla cura del verde. Oltre a ciò sarà assegnato il premio WeFree al professore Andrea Segrè, Fondatore e Presidente di Last Minute Market, spin off accreditato dell’Università di Bologna.

Gli spettacoli di prevenzione e i workshop

La giornata di domani si aprirà con  lo spettacolo di prevenzioneRagazzi Permale” che San Patrignano durante l’anno scolastico porta nei teatri di tutta Italia. Sul palco Federica e Diego, ex ospiti della comunità, che, assieme al regista e attore Francesco Apolloni, racconteranno la loro esperienza con l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti sul tema dipendenze e stili di vita a rischio. Nel pomeriggio gli studenti avranno poi modo di mettersi alla prova nei workshop e laboratori ideati e tenuti dai ragazzi di San Patrignano. Contemporaneamente sarà presentato il libro “Fotogrammi stupefacenti” di Federico Samaden, in cui ripercorrerà la sua storia, dall’infanzia al suo essere preside oggi, passando per gli anni neri della tossicodipendenza. A seguire si terrà un panel sull’importanza della formazione per i giovani d’oggi.

Gli incontri con le storie di vita

Nel pomeriggio gli studenti potranno confrontarsi con personaggi che hanno riscattato le loro vite e che si sono affermati nei rispettivi campi. Nello specifico incontreranno Bruno Taioli, skater italo-brasiliano, Alberto Meroni, autore del libro “Scoprirsi Down”, Gabriele Monti, attore ex ospite del Centro Minori di San Patrignano e scopriranno il nuovo libro “Sottovoci”, edito da Mondadori con i racconti finalisti del Premio Campiello per San Patrignano.