Marted́ 15 Ottobre08:56:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Teatro gremito a Novafeltria per convegno con il pm Ercolani: "Aiutate lo Stato a combattere la mafia"

La richiesta alla cittadinanza: "Collaborate con le forze dell'ordine, fate segnalazioni anche anonime"

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Novafeltria | 09:28 - 05 Ottobre 2019 Gli scout di Novafeltria con il Sostituto Procuratore Ercolani e il Maresciallo Carabinieri Giuliani Gli scout di Novafeltria con il Sostituto Procuratore Ercolani e il Maresciallo Carabinieri Giuliani.

Aiutate lo Stato a combattere la mafia, ma altresì a contrastare ogni tipo di reato, facendo segnalazioni e denunce, anche anonime. E' questo il forte e chiaro messaggio che ha lasciato il partecipato incontro tenutosi venerdì 4 ottobre al teatro sociale di Novafeltria nel quale si è discusso di criminalità organizzata e di infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale. Al tavolo dei relatori del convegno "Allarme mafia - La mafia uccide, il silenzio pure", organizzato dalla sezione Scout di Novafeltria, il Sostituto Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Rimini, Dott. Davide Ercolani, e la Referente provinciale di Rimini dell'Associazione Libera contro le mafie, la santarcangiolese Mercedes Nicoletti. L'incontro ha preso il via con le parole del sindaco Stefano Zanchini e con la lettura di un messaggio del Vescovo Andrea Turazzi. Per il dottor Ercolani, che ha lasciato il teatro indossando il fazzoletto degli Scout di Novafeltria, dono a ricordo della serata, è stato un emozionante ritorno a casa, essendo originario del comune riminese: in sala, ad ascoltare le sue parole, anche vecchi amici e conoscenti. Il Sostituto Procuratore ha coinvolto la platea con un'interessante disamina su casi concreti di infiltrazioni della criminalità organizzata nel territorio riminese e sammarinese. La mafia è presente ovunque, anche in maniera inaspettata, ma le forze dell'ordine lavorano in maniera capillare e incisiva per contrastarla: "Bisogna avere la massima fiducia nelle Istituzioni, basta poco per mettere in moto un meccanismo di risposta dello Stato che può portare a scoprire anche dei fenomeni di carattere mafioso importantissimi. Anche la semplice segnalazione in forma anonima ai Carabinieri e alla Polizia può essere utile per scoprire fenomeni in scala molto ampia e collegamenti con organizzazioni mafiose", ha spiegato il Sostituto Procuratore Ercolani. Mercedes Nicoletti ha portato la testimonianza di Libera, l'associazione nata nel 1995 per volontà di Luigi Ciotti per sostenere lo Stato nella lotta alla criminalità organizzata: "Perché è una lotta della società civile, bisogna rendere protagonisti le persone, che siano commercianti, imprenditori. Bisogna fare crescere la responsabilità della società", ha evidenziato, prima di rispondere con il dottor Ercolani alle numerose domande del pubblico. In platea cittadini, avvocati, addetti ai lavori, rappresentanti delle Istituzioni e delle forze dell'ordine come il Sostituto Commissario di Polizia Luciano Baglioni, il Capitano dei Carabinieri di Novafeltria Carmelo Carraffa, a fianco del Maresciallo Giancarlo Giuliani e del Comandante della Polstrada locale Pierluigi Germani. La presenza dei Carabinieri a teatro non è stata solo di rilevanza istituzionale: l'Arma da tempo ha iniziato una campagna di sensibilizzazione per spingere i cittadini a una collaborazione nel presidio del territorio, attraverso le segnalazioni. E in merito, una domanda del pubblico ha aperto un mini dibattito sull'operazione antidroga dello scorso gennaio, che ha portato all'arresto di alcuni imprenditori e cittadini di Novafeltria. Il Sostituto Procuratore Davide Ercolani, che ha coordinato le indagini, ha invitato nuovamente la cittadinanza a non chiudersi nell'omertà: "Tutti sapevano, ma nessuno ha fatto qualcosa". Parole importanti che hanno il dovere di far riflettere tutta la comunità. (r.g.)

ASCOLTA L'AUDIO