Mercoledý 20 Novembre01:22:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Promozione: Pietracuta acciuffa il Faenza al 93' con bomber Fratti (1-1)

L'attaccante non fallisce il rigore decisivo, vantaggio ospite con Montemaggi al 72'

Sport Pietracuta di San Leo | 18:54 - 06 Ottobre 2019 Il Pietracuta 2019-20 Il Pietracuta 2019-20.

PIETRACUTA - FAENZA 1-1

PIETRACUTA: Leardini, Masini, Mularoni, Tosi (81’ Golinucci), Lessi, Tomassini A. (85’ Bargelli), Bruma (94’ Moretti), Fabbri Fr., Fratti, Fabbri D. (70’ Tomassini F.R.), Evaristi.
In panchina:  Balducci, Fabbri Fe., Santi, Alessandrini, Bartolani.
All. Fregnani.
FAENZA: Tassinari, Albonetti, Ragazzini, Gabrielli, Selleri, Spada, Montemaggi (81’ Franceschini), Errani, Cisterni, Lanzoni G. (58’ Bertoni), Chiarini (79’ Venturelli).
In panchina: Ravagli, Ferraresi, Lanzoni F., Lanzoni P., Salazar, Navarro.
All. Moregola.

ARBITRO: Andreoli di Bologna (Assistenti Vigliotta di Bologna e D'Auria di Imola).
RETI: 72' Montemaggi (F), 93' rig. Fratti (P)
NOTE: ammoniti Mularoni, Tosi, Tassinari, Lanzoni G., Chiarini.

PIETRACUTA. Scontro d’alta classifica al Bindi che vede opposti i locali del Pietracuta contro il blasonato Faenza, con un risultato finale che lascia l’amaro in bocca ad entrambe le formazioni. Agli ospiti per la rete subita in pieno recupero e ai locali per la bella prestazione che per poco non si traduceva in una sconfitta immeritata. Le squadre si temono e si rispettano, lo si nota dall’atteggiamento guardingo che caratterizza in particolare la prima frazione. Il Faenza gioca un calcio ordinato e tiene meglio la palla mentre il Pietracuta è più pungente in fase offensiva. L’ abbrivio iniziale è dei Manfredi che al 3’ impegnano Leardini con un tiro di Giacomo Lanzoni non difficile da intercettare per Leardini. Risponde Evaristi al 16’ quando recupera uno scambio con Davide Fabbri e da posizione favorevole calcia a botta sicura centrando il palo. Ancora il Faenza pericoloso al 23’ con l’incornata di Gabrielli che spedisce di poco alto un traversone proveniente dalla trequarti. Il finale di frazione è del Pietracuta che si presenta a tu per tu con Tassinari per due volte ma Fratti al 37’ viene anticipato al momento di calciare a rete e Bruma al 41’ spedisce la palla fuori di un soffio. Nella ripresa i locali assumono l’iniziativa ma si espongono alla velocità degli avversari. Come al 48’ quando Lanzoni scappa veloce ma calcia debolmente da fuori area. Due minuti più tardi un cross di Bruma viene respinto dalla difesa sui piedi di Francesco Fabbri che calcia a rete ma Albonetti respinge vicino alla linea di porta, con Tassinari ormai fuori causa. Ancora i locali vicini alla marcatura al 53’ con una staffilata di Mularoni che sfiora il palo. Al 72’ un controllo con le mani fuori area di Tassinari provoca una punizione dal limite che Evaristi calcia contro la barriera, la difesa bianco azzurra rilancia lungo per Montemaggi, con Leardini che scivola nel tentativo di arrivare per primo sulla palla. Il numero 7 faentino a questo punto non deve fare altro che inquadrare la porta da oltre 30 metri, per il beffardo vantaggio degli ospiti.
La mazzata non stende il Pietracuta che nel finale prova la rimonta. Sugli sviluppi di un corner all’86’ Fratti calcia al volo una palla tesa e angolata che Tassinari devia, compiendo un autentico miracolo. Due minuti più tardi Cisterni scappa sul filo del fuorigioco e, mentre i difensori locali protestano, l’arbitro indica di proseguire ma il centravanti ospite si vede strappare la palla dai piedi da una tempestiva uscita di Leardini. All’ultimo minuto di recupero il Pietracuta prova lo sfondamento tra le maglie chiusissime del Faenza con Bruma che in mischia viene contrastato fallosamente da un difensore. Sul dischetto del rigore si presenta capitan Fratti che spiazza Tassinari, per un pari finale di sicuro non immeritato.

A cura di ufficio stampa Pietracuta