Gioved 17 Ottobre08:45:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

AUDIO Rimini inverte marcia: ecco come cambia la viabilità del centro. Obiettivo finale pedonalizzare ponte Tiberio

Presentate le novità da parte degli assessori Frisoni e Sadegholvaad: si parte il 20 ottobre

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 15:05 - 04 Ottobre 2019 La conferenza stampa di presentazione della nuova viabilità del centro storico La conferenza stampa di presentazione della nuova viabilità del centro storico.

Una «piccola rivoluzione» sta per investire la viabilità del centro città, e con essa anche il modo di vivere il cuore di Rimini. Per spianare la strada al grosso cantiere per la costruzione e l'allestimento del museo Fellini, presto un tratto di via Giuseppe Verdi sarà chiuso al traffico per permettere la partenza dei lavori di costruzione dei nuovi sottoservizi di piazza Malatesta, un grosso intervento che partirà a breve per concludersi con marzo 2020 e così lasciare il passo al cantiere che porterà a compimento la riqualificazione del patrimonio storico e artistico del centro storico. Ma non solo.

La prossima riapertura al traffico di via Bastioni Orientali, una volta terminati i lavori ai sottoservizi legati all'intervento di recupero di porta Galliana, segna un altro punto strategico nella riorganizzazione complessiva della circolazione cittadina, pensata per andare a valorizzare il comparto storico artistico del centro, con l'obiettivo sul medio - forse anche lungo - termine di togliere definitivamente il traffico veicolare dal bimillenario ponte di Tiberio. L'operazione è complessa perché circa «l'80 per cento delle auto che lo attraversano svoltano a destra sulla Circonvallazione per andare verso gli uffici che si trovano su quel lato del centro, ecco perché servirebbe dare un altro attraversamento del Marecchia», spiega l'assessore ai lavori pubblici Jamil Sadegholvaad, «il progetto è in fase avanzata e il punto di attraversamento è stato individuato lungo la statale 16 all'altezza dell'Obi». L'assessora alla mobilità Roberta Frisoni aggiunge che «la prospettiva è concreta, i soldi ci sono e fanno farte dei fondi FSC». L'intervento però è importante e vale milioni di euro, perciò è pensabile che l'amministrazione Gnassi bis dovrà accontentarsi solamente di aver gettato le basi di un progetto che comunque è stato nell'agenda di diverse amministrazioni del recente passato. Intanto però si pensa a una sperimentazione sotto le prossime festività natalizie.

Tornando alla riorganizzazione della viabilità: su via Bastioni Orientali il senso di marcia sarà invertito, mentre su via Circonvallazione occidentale diventerà unico.

Per chi procede da monte ed è diretto verso la zona mare, il percorso migliore già da oggi è quello che consente di sfruttare i nuovi assi di penetrazione creati per collegare la Statale al centro e la zona mare. In particolare i collegamenti da via Bastioni Meridionali - Arco D'Augusto, da via Circonvallazione Meridionale, da via della Fiera per congiungersi a via Roma o via Tripoli. Per chi arriva dalla zona nord della città, è consigliato continuare a percorrere come già avviene attualmente, le vie Tonale – Coletti, per collegarsi con l'asse di via Roma.

Per agevolare nello specifico chi proviene dalla zona del quartiere Fiorani – Italo Flori sarà previsto per una fase temporanea un punto limitato e sperimentale di penetrazione diretto verso il mare. Sarà quindi consentito il transito in via Ducale (come accaduto in queste settimane di cantiere) e contestualmente sarà invertito il senso marcia in Corso Giovanni XXIII, che si percorrerà in direzione monte-mare nel tratto da Via Dei Cavalieri alla rotatoria di Via Roma e fino alla successiva rotatoria di piazzale Cesare Battisti. Questa soluzione sarà in campo fino alla primavera, indicativamente dopo le festività pasquali, ed è indicata soprattutto per chi vive e lavora in quella zona. Per tutti gli altri sono suggeriti i percorsi alternativi.

Ci saranno anche variazioni ai servizi del trasporto pubblico: la linea 1 non sarà toccata, mentre la 8 e la 9 subiranno delle modifiche. La polizia municipale sarà sul posto a partire dal 20 ottobre per indirizzare i mezzi nella giusta direzione. Partirà anche una comunicazione specifica, indirizzata in particolare ai residenti della zona interessata.

Francesca Valente

ASCOLTA L'AUDIO