Mercoledž 16 Ottobre00:47:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Moto2, continua l’impero dei Marquez. E si apre la gara per il 2020

Alex, fratello di Marc, in testa alla classifica. Il migliore degli italiani è Lorenzo Baldassarri

Sport Nazionale | 14:07 - 03 Ottobre 2019 Alex Marquez Alex Marquez.

Ancora gli spagnoli in testa, con unico italiano tra le prime posizioni Lorenzo Baldassarri. E ci sono già le squadre del prossimo mondiale.
C’è ancora Alex Marquez in testa alla classifica del Mondiale Moto2 2019. Dopo il Gran Premio di San Marino, però, il suo connazionale Augusto Fernandez vince e lo avvicina in classifica, pur rimanendo a -26 punti e quindi con oltre una gara di margine.
Migliore italiano, per ora, Lorenzo Baldassarri, sesto in graduatoria, che dichiara: “Mi dicevano sempre che o vincevo o cadevo, allora ho iniziato a essere costante ma sempre sul settimo o ottavo posto, e non andava bene. Manca la velocità, sono cambiate alcune cose durante la stagione e da lì sono arrivati gli errori”. La sua vittoria, stando ai bookmakers, si gioca ad un clamoroso 501.00. Niente a che vedere con le quote del favoritissimo Marquez, messo in lavagna per la vittoria del Mondiale di Moto2 a 1.07, e degli altri contendenti spagnoli Augusto Fernandez (12.00) e Jorge Navarro (15.00)
Sono ormai ufficiali intanto le squadre che prenderanno parte ai Mondiali, in programma per il 2020, di Moto2 e Moto3. Le hanno rese note, in un comunicato congiunto pubblicato nei giorni scorsi, le due organizzazioni che gestiscono la competizione: Dorna e FIM, la Federazione Internazionale di Motociclismo.
La procedura, adesso, prevede che i team abbiano tempo fino al 14 novembre per iscrivere i propri piloti, con un elenco che sarà pubblicato il 18 novembre, esattamente il giorno prima dell’ultimo Gran Premio della stagione, quello di Valencia. La prima tappa era stata registrata all’indomani del GP di Silverstone invece, il 22 agosto, quando il comitato IRTA aveva scelto i team idonei alle iscrizioni per le classi di Moto2 e Moto3, dando tempo fino al 19 settembre per confermare la loro partecipazione in vista del pagamento del deposito cauzionale. Prima del GP di Aragon ecco poi il secondo incontro, dove si è preso atto della conferma di iscrizione e dove i team hanno versato la quota richiesta.
Una procedura lenta ma doverosa, per controllare, studiare e analizzare i vari team. Tra cui anche quelli che presenteranno una sola mota. Come la Reale Avintia Arizona 77 in Moto 3, che gareggia soltanto con il classe 2003 Carlos Tatay. Restando in questa cilindrata, Sterilgarda Max Racing Team e Red Bull KTM Ajo raddoppiano invece la carica mentre la new entry è la Red Bull KTM Tech 3, che prende il posto della World Wide Racing. Porte girevoli anche in Moto2, dove salutano Tasca Racing e Kiefer Racing, e passano da uno a due piloti nel paddock il team Gresini, forte dell’ingaggio di Nicolò Bulega e il team Petronas Sprinta Racing.