Mercoled 16 Ottobre03:01:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riuso e riduzione dei rifiuti, anche la provincia di Rimini a Budapest per il progetto Surface

La Provincia ha il ruolo di responsabile e coordinatrice delle attività di comunicazione e della realizzazione del sito web

Attualità Rimini | 12:23 - 03 Ottobre 2019 Incontro a Budapest del progetto Surface Incontro a Budapest del progetto Surface.

La Provincia di Rimini è in questi giorni impegnata a Budapest nel quarto meeting del progetto europeo SURFACE, incentrato sulle attività di prevenzione per ridurre i rifiuti e favorirne il riuso.

La Provincia, in qualità di partner del progetto, ha il ruolo di responsabile e coordinatrice delle attività di comunicazione, della realizzazione e manutenzione del sito web del progetto e della disseminazione di materiale divulgativo.

Al seminario sono presenti rappresentanti di Austria, Croazia Repubblica Ceca, Germania, Ungheria, Polonia e Slovenia insieme a quelli di Rimini e Vicenza.

Nelle tre giornate di lavori i partner hanno l’opportunità di apprendere nuovi concetti e scambiare idee in materia di riuso dei rifiuti , nonché di visitare la nuova installazione del parco Smart Reuse di Budapest.

La Provincia di Rimini non sarà oggetto di una azione pilota, ovvero non verrà installato nel proprio territorio un parco di riuso, ma partendo dall'esperienza dei partner in cui ciò avverrà, usufruirà degli strumenti decisionali prodotti dal progetto per definire uno studio di fattibilità di un locale Smart ReUse Park. E in tal senso, sono già in corso i primi contatti per passare dalla teoria ai fatti.

“Yno degli aspetti principali dei progetti europei – è il commento del vicepresidente Mirco Muratori - è sicuramente lo scambio di informazioni ed esperienze e l'acquisizione di nuove competenze all’insegna dell’innovazione, come nel caso del seminario di Budapest che affronta uno dei temi critici della modernità, quello dei rifiuti e del loro riuso. Per questo la Provincia crede fortemente nell’importanza di partecipare ai progetti dell'Unione Europea che arricchiscono il nostro territorio di conoscenza, base indispensabile per il suo sviluppo presente e futuro.”