Mercoledý 16 Ottobre02:15:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio 1a Cat: nel girone H prima panchina saltata. Athletic Poggio, arriva Fabbri

Via Danilo Casadei, torna l'ex giocatore che da allenatore alla Virtus Poggio Berni ha conquistato due promozione e una salvezza

Sport Poggio Torriana | 08:22 - 02 Ottobre 2019 Il ds Roberto Fabbri (a sinistra) stringe la mano al neo Mister del Poggio Alessandro Fabbri Il ds Roberto Fabbri (a sinistra) stringe la mano al neo Mister del Poggio Alessandro Fabbri.

 Un nome, una garanzia: è Alessandro Fabbri il nuovo allenatore dell'Athletic, l'uomo sul quale la società di Via Costa del Macello ha deciso di puntare forte per tagliare il traguardo della salvezza nel più breve tempo possibile. Classe' 78, nativo di Rimini, si tratta di un profilo che in Valmarecchia non ha bisogno di presentazioni, ed in quel di Poggio Torriana è ampiamente conosciuto per essere stato in grado di scrivere la storia del calcio bernese. Per lui parla il curriculum: due promozioni con la Virtus (2014/2015 e 2015/2016) società che ha condotto dalla Terza alla Prima, categoria nella quale ha inoltre centrato una clamorosa salvezza (2016/2017). Dopo l'esperienza col Faetano, sul Monte Titano, il neo Mister dei romagnoli è pronto più che mai per riabbracciare la causa arancioazzurra. “Poter tonare sulla panchina del Poggio mi riempie di orgoglio e felicità, perché questa la considero come una famiglia. - commenta il 41enne allenatore riminese - Per me è cominciato tutto qui. Con Wilmer (Lapenta, Presidente dell'Athletic n.d.i.) ho un rapporto onesto e splendido. Insieme abbiamo raggiunto dei risultati importanti, mi ha sempre aiutato e sostenuto. Alla luce di tutto ciò era impossibile rifiutare una proposta così bella”.

Assumere la guida tecnica di una squadra dopo appena tre giornate di campionato rappresenta una circostanza piuttosto insolita, ma il nuovo condottiero dell'Athletic sa già cosa aspettarsi: “Conosco bene chi mi ha preceduto: so che Casadei è una persona seria ed un allenatore preparato. Purtroppo nel calcio le situazioni non vanno sempre come si desidera. Sicuramente troverò una squadra che ha voglia di fare e di lavorare. Inoltre molti componenti del gruppo li conosco già. In vista di domenica (sfida in trasferta col Roncofreddo n.d.i.) chiederò fin da subito ai ragazzi di giocare con serenità, di ricercare quel giusto piglio per fare in modo che quando si manifestano problemi durante la gara, si possano superare con spirito di sacrificio e massima volontà”.

Fabbri in vista degli imminenti impegni della sua truppa, non pensa a schieramenti in campo particolari. “Non ho un modulo di riferimento. Adesso voglio valutare bene le caratteristiche dei giocatori a disposizione. In particolar modo quelle dei volti per me nuovi, che non conosco. Ad ogni modo, sembrano frasi fatte, più che il modulo è l'atteggiamento a fare la differenza. Se i giocatori hanno voglia di sacrificarsi e credono nelle loro qualità ed in quello che esprimono, si può giocare con qualsiasi modulo: alla fine i risultati si ottengono”.

Chiari anche gli obiettivi che l'Athletic vuole conquistare: “Mi aspetto di centrare la salvezza. Poi, strada facendo, valuteremo se potrà arrivare qualcosa di più. Ma il campionato di prima è difficilissimo, le squadre sono tutte organizzate. Dobbiamo restare concentrati ed umili, partita dopo partita, cercando di portare a casa punti ogni domenica. Alla fine del girone di andata delineeremo il punto preciso della situazione. Ho molta fiducia in questo gruppo. Soprattutto conosco la società: so che quanto si prefigge un obiettivo, lo vuole raggiungere a tutti i costi”.

Il Vice di Fabbri sarà Stefano Ridolfi, altro profilo conosciuto ed apprezzato per le sue esperienze bernesi.

“Abbiamo davanti a noi ancora un campionato intero. - commenta Wilmer Lapenta, Presidente dell'Athletic - Le gare disputate sono state appena tre, non dieci. E di conseguenza sussistono tranquillamente le condizioni per fare bene e, se possibile, benissimo. Rispettiamo la decisione di dimettersi avanzata da Mister Casadei e ringraziamo lui e Mattia Canini per il lavoro svolto che, secondo me, rappresenta un ottimo punto di partenza per il proseguimento della stagione. Non esistono dubbi sul fatto che Casadei sia un allenatore preparato, lo ha dimostrato. Nell'affrontare questa situazione delicata abbiamo avuto una fortuna immensa, cioè riscontrare la disponibilità immediata di Mister Fabbri. Si tratta di una prima scelta assoluta per questa categoria e su di lui c'è poco da dire. In tre minuti di chiamata, e dopo i confronti col Responsabile della Prima Squadra Cameli ed il DS Fabbri, ci siamo subito intesi: vuoi per il rapporto di amicizia e stima reciproca che c'è tra di noi, vuoi perché in sostanza il Poggio è per lui una seconda pelle”.

A cura di Ufficio Stampa Athletic Poggio