Sabato 19 Ottobre12:50:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Partita Irap: la Regione stanzia 36 milioni per 100 comuni montani, sette riminesi. Incontri in calendario

Per la provincia di Rimini l'appuntamento è lunedì 14 ottobre a Novafeltria

Attualità Novafeltria | 15:50 - 30 Settembre 2019 Una foto di repertorio durante un incontro tra vertici regionali e stampa locale Una foto di repertorio durante un incontro tra vertici regionali e stampa locale.

Pronta la manovra regionale da 36 milioni di euro per dimezzare l’Irap (imposta regionale sulle attività produttive) alle imprese montane e azzerarla alle nuove e alle startup. Sono cento i comuni emiliani e romagnoli che ospitano 12 mila aziende con commercianti, artigiani, professionisti e dipendenti potenzialmente interessati ad attingere a queste risorse, suddivise in tre anni (2019-20-21) e assegnate tramite il credito d’imposta.

Pe spiegare come funziona e come accedere alla manovra, la Regione Emilia-Romagna ha organizzato una serie di incontri nel mese di ottobre, in partenza domani (1 ottobre): per la provincia di Rimini la tappa è lunedì 14 ottobre dalle 18 alle 20 al teatro sociale di Novafeltria. I comuni potenzialmente interessanti sono sette: Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant'Agata Feltria e Talamello.

Per disposizioni nazionali la Regione non può ridurre direttamente e semplicemente le aliquote dell’imposta. Per questo è stato deciso un sistema di “rimborso”: con apposita legge regionale, è previsto un contributo pari al 100% del valore dell’imposta lorda dovuta nel 2017 fino a 1.000 euro, al 50% per gli importi maggiori di 1.000 euro e fino ad un massimo di 5.000 euro; infine, le nuove imprese, insediate a partire dal 1 gennaio 2018, potranno godere di una esenzione totale fino ad un massimo di 3.000 euro l’anno di imposta dovuta, per tre anni. A seguito del bando, già varato nei giorni scorsi, ciascuna impresa o lavoratore autonomo potrà quindi presentare la propria richiesta per il periodo indicato.