Mercoledý 16 Ottobre02:53:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, furto in una boutique e truffe agli anziani: bottino da 70mila euro per due donne sinti

Il colpo in una nota boutique di Viale Amerigo Vespucci e tre truffe, una portata a termine

Cronaca Rimini | 14:42 - 29 Settembre 2019 Auto della Polizia in centro a Rimini, foto di repertorio Auto della Polizia in centro a Rimini, foto di repertorio.

Sabato pomeriggio la Polizia di Rimini ha fermato due donne sinti, residenti a Bologna, protagonisti di molteplici truffe agli anziani e di un furto presso una nota boutique di Viale Amerigo Vespucci. Nella loro automobile, una Fiat 500 X di colore beige, è stato trovato un bottino di circa 70.000 euro tra capi di abbigliamento firmato, orologi e pietre preziose, tanti gioielli d'oro, comprese una mezza dozzina di fedi, oltre a qualche migliaia di euro in contanti. Le due donne, una 35enne originaria di Pistoia e una 53enne originaria di Ferrara, sono state arrestate e saranno processate per direttissima nella mattinata di lunedì.

Tre truffe, una portata a termine

La Polizia si è messa sulle tracce delle due donne dopo una prima chiamata alle ore 15, per una tentata truffa in via dello scoiattolo. Le truffatrici, a bordo della loro automobile, hanno avvicinato una coppia di anziani, spacciandosi per amiche della figlia, millatando che quest'ultima si fosse offerta di custodire, per loro, un sacchetto di preziosi nella cassaforte di famiglia. Le due donne infatti hanno raccontato di alcuni lavori nella loro abitazione e di non sentirsi sicure nel lasciare i gioielli praticamente incustoditi a casa. Era il pretesto per mettere le mani sugli oggetti custoditi in cassaforte dagli anziani, ma questi si sono poi insospettiti e hanno messo in fuga le truffatrici, che non si sono fermate: hanno portato a termine unat ruffa in via Dossi, fallendone un'altra in zona Matteotti. A quel punto la Polizia era sulle loro tracce e le ha rintracciate in strada. Un breve inseguimento, finito in un vicolo cieco nei pressi di via XXIII Settembre, ha permesso agli uomini della Volante di assicurare alla giustizia le due donne. In auto un bottino ingente, frutto anche di un furto in un negozio di abbigliamento e sicuramente di altre truffe, forse compiute anche fuori Provincia. Sono in corso accertamenti, da parte della Polizia, per rintracciare i proprietari della parte rimanente di refurtiva.