Mercoled 16 Ottobre00:14:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Promozione, il Gabicce Gradara cerca il colpaccio a Passatempo

Si gioca sabato (15,30). Mister Scardovi: 'Voglio una squadra più determinata, serve carattere'

Sport Gabicce Mare | 11:56 - 27 Settembre 2019 Il tecnico del Gabicce Gradara Massimo Scardovi Il tecnico del Gabicce Gradara Massimo Scardovi.

Dopo l’impegno di Coppa Italia contro l’Urbino nell’andata degli ottavi – 1-0 per la leader del campionato – sabato (ore 15,30) il Gabicce Gradara si rituffa nel campionato affrontando la matricola Passatempese (promossa in Promozione dopo un anno di purgatorio in Prima) che in Coppa è a sua volta passata per 1-0 sul campo del Biago Nazzaro (i match di ritorno si giocano il 16 ottobre).
“Ad Urbino siamo stati battuti in maniera immeritata – spiega il tecnico Massimo Scardovi – perché prima della rete avversaria in avvio di ripersa, un traversone laterale che è rimbalzato a terra scavalcando il difensore e beffando il portiere con palla sul secondo palo – abbiamo avuto buone occasioni per segnare e creato situazioni di gioco che non abbiamo sfruttato al meglio. Ecco, dobbiamo assolutamente migliorare sotto il profilo realizzativo, è positivo costruire attraverso la manovra occasioni da rete, ma poi sotto porta non si deve sbagliare altrimenti è dura vincere le partite”.
Che partita si aspetta a Passatempo?
“Una battaglia, l’avversario butterà il match sull’aspetto agonistico e noi dobbiamo farci trovare pronti. Se dobbiamo essere determinati in fase offensiva, altrettanto dobbiamo esserlo in fase difensiva, invece noi ogni tanto accusiamo dei black out e questo rischia di compromettere il risultato. Le mie squadre hanno avuto sempre la caratteristica di non mollare mai, di giocare senza paura, di essere toste sotto il profilo caratteriale. Sono certo che presto il Gabicce Gradara avrà una identità più definita, il miglioramento della condizione fisica sicuramente ci sarà di aiuto sotto questo profilo. Stiamo crescendo di partita in partita. A Passatempo giocheremo per vincere”.
Quanto all’infermeria, da valutare le condizioni di Marcolini, Roselli e Fabbri.