Marted 15 Ottobre09:59:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Stacca l'anti-taccheggio per rubare i pantaloni, ma fa rumore e viene scoperto

Un 33enne tunisino è stato arrestato per furto aggravato alle Befane di Rimini

Cronaca Rimini | 14:05 - 25 Settembre 2019 Polizia alle Befane di Rimini (foto di repertorio) Polizia alle Befane di Rimini (foto di repertorio).

Martedì 24 settembre, alle 16 circa, un 33enne tunisino con precedenti è stato arrestato per furto aggravato dalla Polizia. L'allarme è scattato nel negozio Zara del centro commerciale "Le Befane". Il giovane aveva nascosto un paio di pantaloni e una borsa a tracolla all'interno di uno zaino che portava in spalla. E' stato però notato dal personale addetto alla sorveglianza: il 33enne era in compagnia di un altro giovane nordafricano; i due avevano provato vestiti nei camerini, poi uno si era avvicinato alla cassa per pagare, mentre il 33enne era rimasto nel camerino. Questo ha insospettito l'addetto alla sorveglianza che ha sentito chiaramente il rumore dell'antitaccheggio staccato dalla merce. E' così partita la segnalazione alla Questura. Il tunisino, all'arrivo della pattuglia della Polizia, aveva già oltrepassato le barriere anti-taccheggio. Nel suo zaino sono state trovate anche due dosi di eroina, che gli sono costate denuncia per detenzione di sostanza stupefacente.