Mercoled 16 Ottobre02:57:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Si spoglia e costringe una 18enne a un atto sessuale, condannato a cinque anni

L'uomo, un 55enne italiano, dovrà anche pagare un risarcimento di 10.000 euro

Cronaca Rimini | 16:58 - 24 Settembre 2019 Il tribunale di Rimini Il tribunale di Rimini.

E' stato condannato a 5 anni e un mese di reclusione, nonché a un risarcimento di 10.000 euro, un 55enne italiano, a processo per un caso di violenza sessuale subita da una 24enne riminese, appena maggiorenne all'epoca dei fatti, l'8 dicembre 2013. Lei stava aspettando l'autobus, in zona stazione ferroviaria a Rimini, quando accettò un passaggio dall'uomo, che si offrì di portarla a casa. L'auto si fermò invece in una zona isolata, nei pressi di un cimitero, e lì si consumò la violenza: lui la costrinse a masturbarlo, dopo aver vinto le sue resistenze, strattonandola e procurandole delle contusioni alle spalle e al braccio. I due si erano incontrati casualmente, qualche tempo prima, nell'abitazione di un conoscente in comune. Proprio facendo il nome di quella persona aveva evidentemente conquistato la sua fiducia, nell'offrirle il passaggio in automobile. Nei confronti dell'imputato, che dovrà pagare 10.000 euro alla ragazza, costituitasi parte civile attraverso l'avvocato Raffaele Moretti, il collegio presieduto dal giudice Sonia Pasini ha disposto l'interdizione dai pubblici uffici e da ogni attività connessa alla frequentazione di minori. Il sostituto procuratore Davide Ercolani aveva chiesto condanna dell'uomo, difeso dall'avvocato Nicola Tassani, a 7 anni di reclusione.