Venerdý 18 Ottobre08:32:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Perticara, Minerali e fossili protagonisti nella terza domenica della sagra della polenta

Arriva la 31ª edizione di "Mineral Expo", mostra scambio di minerali fossili e antiquariato minerario

Eventi Perticara | 14:51 - 21 Settembre 2019 Mineral Expo a Perticara Mineral Expo a Perticara.

Domenica 22 settembre si rinnova l’appuntamento con il “Mineral Expo”, ”, mostra di minerali fossili e antiquariato minerario al Museo Sulphur di Perticara (Rn). Dalle ore 9.00 alle ore 19.00 si terrà la 31ª edizione della rassegna che richiama collezionisti, appassionati e curiosi da diverse regioni.
Il programma prevede la Mostra “Minerali, Fossili, Antiquariato Minerario”. Inoltre è allestita una Mostra tematica sulle gemme del Madagascar, una panoramica sui giacimenti che hanno fornito campioni di eccezionale bellezza. Alle ore 15 presentazione del libro Zolfo nell’Appennino centrale, estrazione e lavorazione, con l’autore, il prof. Ardenio Ottaviani.
E inoltre: campioni unici nel loro genere e didattica a tutto campo, laboratori didattici per bambini durante tutto il corso della giornata e - ovviamente -minerali e fossili da tutto il mondo. Orario continuato dalle ore 9 alle 19. Ingresso mostra gratuito.
Una navetta gratuita parte da piazza Matteotti dalle ore 13 a ciclo continuo per la visita al Museo Sulphur. PerticaraMineralExpo@gmail.com, tel. 339.7041165.

“Mineral Expo” è inserita nel programma della “Sagra della Polenta e dei frutti del sottobosco”, giunta alla XXXIII edizione.
Se “Mineral Expo” è un appuntamento tradizionale capace di catturare tanto interesse, regina della manifestazione è indubbiamente la polenta.
Organizzata dalla Pro Loco di Perticara, la manifestazione inaugura le fiere e le sagre dell’alta Valmarecchia e “apparecchia” per quattro domeniche le sue proposte: dopo l’esordio dell’8 settembre, si concluderà il 29 settembre.

La sagra è partita con il botto: in due domeniche sono stati consumati oltre 6,5 quintali di polenta: si tratta di un record. 6.500 kg che sono serviti per la distribuzione di oltre 4.500 piatti di polenta condita con ragù di salsiccia, cinghiale e funghi porcini. A pranzo e a cena lo stand è stato sempre affollato. Soddisfatto il presidente della Pro Loco, Cesare Bianchi: “Le prime domeniche han fatto registrare numeri che non si toccavano da anni. Ci prepariamo per il gran finale”.
Nella passata edizione furono consumati 12 quintali di farina di polenta suddivisi in 10.000 porzioni. La tensostruttura è aperta dalle ore 11 alle 21.