Venerd 18 Ottobre09:26:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket C Silver, la Santarcangiolese vuole ripetersi. Si cercano ancora due pedine, pivot e play

Presentata la nuova stagione, il coach Evangelisti: 'Primo obiettivo la salvezza'. Città Viva lo sponsor

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Santarcangelo di Romagna | 16:05 - 21 Settembre 2019 Un momento della conferenza stampa della Santarcangiolese Basket Un momento della conferenza stampa della Santarcangiolese Basket.

Dopo la straordinaria stagione dell'anno scorso in cui è arrivata ad un passo dalla promozione cadendo nello spareggio di Bertinoro contro il Medicina, la Sa ntarcangiolese Basket è pronta per la nuova avventura in serie C Silver (si comincia sabato 28 in trasferta a Castelnuovo di Sotto contro il Rebasket, le partite in casa si giocano al PalaSGR il sabato alle ore 21). Sabato mattina al Caffè Commercio il presidente Palmiro Fornari e il ds Simone Stargiotti, unitamente al riconfermatissimo tecnico Cristian Evangelisti, hanno illustrato i programmi del club rimandando ad un prossimo incontro per la presentazione della nuova maglia, l'annuncio ufficiale dell'accordo con un club locale per le due formazioni giovanili obbligatorie (dovrebbe essere il Villa Verucchio in orbita RBR) visto che la Santarcangiolese non ha settore giovanile e del roster: mancano ancora due pedine, un pivot in attesa del completo recupero di Dini (sarà disponibile da gennaio) e di un play.
La formula non cambia: retrocede l'ultima, penultima e terz'ultima vanno ai playout. Il regolamento prevede un roster  a 12 (10 over e due under dal 98 in poi e due dal 2000 in poi) e a 10 (8 over, un under dal 1998 in poi). Ora la rosa prevede come over: Francesco Fusco, Riccardo Fornaciari, Luca Raffaelli, Giacomo Zannoni, i nuovi Mattia Nervegna, Jacopo Grassi, Cristopher Dini, gli under Gacomo Massaria e Luca Adduocchio (98) e Saul Sirri e Jacopo Malatesta (2000).

Il presidente Palmiro Fornari ha ringraziato tutti i protagonisti della cavalcata della scorsa stagione, a cominciare dagli sponsor: “Ci siamo divertiti tanto, speriamo di ripeterci con umiltà e impegno. Ci aspetta un campionato molto difficile, ma sono certo che lo onoreremo al meglio”. Il tecnico Evangelisti: “Ripartiamo con la mente libera dai ricordi del passato che pure è stato meraviglioso: nel finale tanta gente ci ha seguito anche in trasferta e questo è stato motivo di orgoglio. I ragazzi lo hanno meritato. Abbiamo voglia di fare bene, ci aspetta un girone tosto tosto perché le squadre di medio bassa classifica si sono tutte rinforzate e prevedo una classifica più corta. Vediamo di vincere il prima possibile 15 partite, cioè metterci in salvo, e poi toglierci altre soddisfazioni e divertirci proprio come è stato fatto l'anno scorso”. Il capitano Francesco Fusco: “Sono certo che andremo oltre alla salvezza”.
Da parte sua il ds Simone Stargiotti ha annunciato da un lato l'ingresso di tre nuovi soci e l'accordo con l'associazione locale dei commercianti Città Viva che avrà il suo logo sulla canotta a conferma della identità sempre più marcata tra la primaria squadra di basket cittadina e il territorio di Santarcangelo (“Un modo per avere entrambi maggiore visibilità”) mentre l'associazione Santarcangels di cui Marco Serafini è presidente e che dal 2011 si impegna nel portare avanti la pallacanestro cittadina sarà sempre al fianco del club con le sue iniziative. “Ringrazio anche la Nuova Cei, da sempre uno dei nostri sponsor più importanti. E' comunque la città di Santarcangelo e la gente che ama la pallacanestro coloro che ci danno la spinta e lo stimolo per fare sempre meglio”.
Il 2019 è contrassegnato da una novità a Santarcangelo: l'esistenza di due squadre di basket, la Santarcangiolese – quella storica – che partecipa al campionato di seri C Silver -  e il Basket Santarcangelo che è iscritto al campionato di serie D Marche ed è in orbita RBR. Tra l'altro entrambi coi colori gialloblu.
“Purtroppo l'accordo col Santarcangelo Basket è stato a sorpresa revocato uniteralmente e nostro malgrado da parte della società presieduta dall'amico Maurizio Fabbri che ringrazio per i tanti anni spesi nella pallacanestro cittadina – dichiara Stargiotti, ironia della sorte a sua volta in RBR - . Avremmo auspicato una sinergia per avere una realtà unica e più competitiva come è logico che sia quando si uniscono le forze; tra l'altro la C Silver sarebbe stata una palestra importante per gli under che l'anno scorso si sono allenati con profitto con la prima squadra, invece la collaborazione è saltata con nostra grande sorpresa.- Il motivo? Non chiedetelo a me, ma all'altra parte”.
ste.fe.

ASCOLTA L'AUDIO