Marted 15 Ottobre11:51:26
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ironman a 75 anni, il riminese Eros Tassinari senza limiti

Tassinari sarà presente a Cervia: nuoterà per 3,8 km a nuoto, 180 in bici e un’intera maratona di corsa

Sport Rimini | 06:46 - 20 Settembre 2019 Al centro il riminese Eros Tassinari Al centro il riminese Eros Tassinari.

Sono circa 6200 gli atleti, da oltre 90 paesi del mondo, che si cimenteranno nella due giorni di gare di Triathlon a Cervia. Domenica 22 settembre è in programma il mezzo Ironman 70.3 e il 5150 Cervia Triathlon su distanza olimpica. Sabato 21 invece ci sarà la gara più dura: l'Ironman su lunga distanza. A quest'ultima gara parteciperà anche Timothy "Tim" Don, grande triatleta inglese campione del mondo nel 2006. Tra gli atleti italiani fari puntati su Giulio Molinari del SS Carabinieri e Mattia Ceccarelli, il 31enne forlivese vincitore dell'ultima edizione del Challenge Riccione (mezzo Ironman), ribaltando i pronostici iniziali: "Una vittoria inaspettata forse per chi mi conosceva meno - sorride Mattia - visto che da un anno ho iniziato a fare il professionista a tempo pieno, quindi mi aspettavo una bella prestazione". A Cervia sarà invece una gara di difesa: "Ci sono grandissimi campioni, quelli italiani come Molinari e Degasperi, ma anche internazionali, come Tim Don che detiene la miglior prestazione di Triathlon a livello mondiale. Poi essendo un ex nuotatore, la mia specialità è il nuoto, ma su otto ore di gare, quella parte occupa circa tre quarti d'ora. E per la distanza Ironman, sono un novellino!". 


I riminesi al via


In gara ci saranno diversi triatleti riminesi. Fabio Pirone (35 anni), il veterano Eros Tassinari (75 anni!), Paolo Parma (49), Yuri Scarpellini (57), Francesco Fontanot (50), Giacomo Mancini (30), Luca Fiore (35), Rubén Alvarez (45), Stefano Succi (50), Michele Paesani (40), Michele Ligi (35), Tommaso Berni (35), Andrea Donati (34), Marco Cognolato (35), Vito Santacesaria (35), Francesco Bartolini (18),  Michela Morri (40), Andrea Ciuffoli (35), Filippo Benelli (45). Infine il savignanese Nicholas Montemaggi, iscritto al Td Rimini. In aprile ha partecipato all'Ironman Sudafrica, ma in quella gara, a causa delle pessime condizioni dell'oceano il percorso nuoto fu accorciato (nell'occasione perirono due atleti). Montemaggi arrivò al traguardo con la sensazione di non aver completato un Ironman. Ci riproverà a Cervia.

Eros Tassinari, l'atleta riminese settantacinquenne di nuovo al via


Tassinari, 75 anni e originario di San Vito, è alla seconda partecipazione dopo quella del 2017. Due anni fa partecipò alla gara nella categoria M7, arrivando secondo: "Sì, dietro a un forte atleta svizzero che era al primo anno degli M7, con 15 Ironman all'attivo", racconta l'inossidabile atleta, che si cimenterà su un percorso "massacrante" di 3,9 km di nuoto in mare, di 180 km in bicicletta e infine di 42,95 km (distanza della maratona) a piedi: "Nel 2017 impiegai 15 ore...e spiccioli. Parto con i piedi ben saldi a terra. E' una gara lunga e difficile. Ci vuole anche molto giudizio per distribuire le energie, non si può arrivare sfiniti alla maratona e poi ritirarsi".  Quest'anno Tassinari sarà iscritto agli M8, categoria 75-79 anni. "A so un burdel", scherza Eros, che spiega poi di essere l'unico, in quella categoria. E' dunque lui il veterano dell'Ironman di Cervia, il più anziano in assoluto. Arrivare al traguardo significherebbe qualificazione ai mondiali di Kona, alle Hawaii. "Ma non andrò, non solo per i costi elevati, ma anche perchè dovrei allenarmi un anno esclusivamente per quella gara. Invece io voglio divertirmi". Allora in bocca al lupo e buon divertimento a Eros, campione di longevità, ma anche di simpatia romagnola doc.