Venerd́ 18 Ottobre09:22:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio sammarinese: Fiorita attesa all’esordio. Il tecnico Tamburini, "Sensazioni positive"

Intervista all'ex calciatore professionista oggi allenatore della squadra gialloblu

Sport Repubblica San Marino | 16:52 - 19 Settembre 2019 Yuri Tamburini, allenatore della Fiorita Yuri Tamburini, allenatore della Fiorita.

L’attesa è finita, da domani si comincia a fare sul serio. Sarà un big match a tenere a battesimo la stagione de La Fiorita, che coincide con l’anticipo della prima giornata di campionato. Alle 21.15, sul campo di Dogana, i gialloblù di Montegiardino sfideranno la Folgore. Il primo ad essere curioso di vedere all’opera la rinnovata Fiorita è il tecnico Juri Tamburini.

“Basandomi sul lavoro svolto le sensazioni sono positive – racconta -. Sono felice di allenare questa squadra, un gruppo con ottimi giocatori. Le amichevoli disputate ci hanno dato indicazioni in parte buone e altre meno buone. Sappiamo di essere partiti un po’ in ritardo rispetto alle altre squadre, ma con il lavoro cercheremo di colmare presto questo gap. Stiamo aspettando con curiosità la prima di campionato, nella quale ci andremo a confrontare con una delle candidate per i primi posti. Una partita sicuramente bella da giocare, anche se in questa fase della stagione nessuna delle due si presenterà in condizioni ottimali”.

Una Fiorita in parte rinnovata, dicevamo all’inizio. In estate hanno saluto il club gialloblù giocatori importanti, ma altri ne sono arrivati.
“Sono contento dei ragazzi che si sono uniti al gruppo – spiega Tamburini -. Abbiamo abbassato un po’ la media d’età e sono arrivati sammarinesi interessanti, su cui crediamo e sui quali è giusto investire. Sono convinto che, nel corso della stagione, riusciranno a togliersi delle soddisfazioni. Rodriguez è un giocatore interessante, così come Alberighi. Casolla ha rispettato le aspettative. Negli ultimi giorni si è unito anche Vassallo, un altro tassello importante a disposizione. Starà a me mettere in campo chi mi darà più garanzie. Naturalmente, avendo a disposizione una rosa ampia, qualcuno dovrà un po’ attendere per trovare il proprio spazio ma avendo di fronte una stagione lunga e obiettivi importanti, ci sarà bisogno di tutti. Bisogna solo avere un po’ di pazienza e attendere il proprio momento, che arriverà. A me è successo da giocatore”.

Il tecnico parla anche di obiettivi.
“Questa squadra ha il potenziale per puntare ad arrivare a giocarsi entrambe le competizioni, è inutile nascondersi – spiega-. Sono andati via giocatori importanti, ma altri ne sono arrivati. Io cerco di mantenere l’asticella alta. L’importante è acquisire da subito quella mentalità giusta che potrà servirci nei momenti più difficili della stagione, così da rimanere contrati sull’obiettivo”.

Appuntamento, dunque, a domani sera per l’esordio. Unica probabile defezione quella di Alberighi, alle prese con il riacutizzarsi di un problema muscolare, da valutare all’ultimo.

Ufficio stampa La Fiorita