Venerd́ 18 Ottobre09:46:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio C: Rimini, seconda sconfitta consecutiva. Vano lancia il Carpi (2-1)

I biancorossi di Cioffi passano in vantaggio con Silvestro, poi subiscono la rimonta

Sport Rimini | 19:58 - 21 Settembre 2019 Le squadre prima del fischio iniziale Le squadre prima del fischio iniziale.

Seconda sconfitta consecutiva per il Rimini, nell'impegnativa doppia trasferta sull'asse biancorosso Vicenza-Carpi. I tre punti lasciati al Cabassi bruciano di più, rispetto a quelli del Menti, non solo per il gol di Silvestro che sembrava aver messo in discesa la partita per i ragazzi di Cioffi. A Vicenza i biancorossi hanno fatto una partita difensiva, contro un avversario nettamente più forte; con il Carpi la squadra di Cioffi non ha avuto la stessa compattezza e, una volta in svantaggio, non è riuscita a creare grossi pericoli alla porta di Nobile. Il Rimini, in particolare, ha iniziato fin da subito a soffrire sulla parte destra del campo, con Arlotti e Candido in difficoltà di fronte ai vivaci Lomolino e Carta. Il Carpi ha guadagnato campo e ha trovato subito il pari, sugli sviluppi di una punizione, con bomber Vano. Cinque reti in cinque partite per l'attaccante, che ha infilato Scotti tra le proteste dei giocatori ospiti per un fuorigioco non ravvisato dall'arbitro. Al 24' è stato Maurizi a completare la rimonta, dopo un prodigioso guizzo di Scotti per respingere di piede un tiro di Carta deviato da Nava. Il Rimini, gol a parte, ha tirato una sola volta in porta (colpo di testa di Gerardi parato da Nobile), mentre il Carpi ha legittimato il vantaggio con due occasioni per Vano (bravo Scotti, nel secondo caso con l'aiuto del palo) e con il secondo montante colto da Biasci nel recupero. Il Rimini ha chiuso in dieci per il rosso a Bellante all'89', al termine di una ripresa giocata su ritmi piuttosto lenti, con il Carpi a controllare il pallino del gioco. E' stata la prima partita con i tre under in campo: bene Silvestro (che ha cercato spesso il cambio di gioco), sacrificato per ragioni tattiche a inizio ripresa; discreto Oliana, volentoroso, ma poco servito Ventola; partita invece da dimenticare in fretta per Arlotti e Lionetti. 

CARPI - RIMINI 2-1

CARPI (4-3-1-2): Nobile - Rossoni Sabotic Ligi Lomolino - Saber (91' Simonetti) Pezzi (84' Boccaccini) Carta (74' Biasci) - Saric - Vano (91' Carletti) Maurizi (91' Fofana).
In panchina: Rossini; Sarzi Puttini, Varoli, Pellegrini; Grieco; Van Der Hejden, Zerbo.
All. Riolfo.
RIMINI (3-5-2): Scotti - Nava Scappi Picascia - Arlotti Candido (46' Zamparo) Palma Van Ransbeeck (70' Bellante) Silvestro (46' Lionetti) - Ventola (46' Oliana) Gerardi (82' Petrovic). 
In panchina: Santopadre, Sala; Finizio, Ferrani; Cozzari, Cigliano, Montanari. 
All. Cioffi.

ARBITRO: Repace di Perugia (Assistenti: Moro di Schio e Zampese di Bassano del Grappa).
RETI: 7' Silvestro (R), 16' Vano (C), 24' Maurizi (C)
NOTE: espulso Bellante all'89', ammoniti Scotti, Silvestro, Zamparo,Vano. Recupero 1'+6'. 

IL MIGLIORE: Vano 7. Segna il gol del pareggio con un comodo tocco, poi mette in mostra le sue doti balistiche impegnando due volte Scotti (nel secondo caso c'è anche il palo a negargli la rete). Fisicamente dominante, come quando va via in progressione dalla metà campo del Carpi a quella del Rimini. 

IL MIGLIORE DEL RIMINI: Scotti 6.5. Sulle reti non ha colpe, anzi prova a evitare il peggio. Nega due volte il gol a Vano, nel secondo caso è una prodezza con la punta delle dita. Sempre sicuro. 

IL PEGGIORE: Arlotti 5. Schierato sulla fascia destra, parte bene sfiorando il gol, poi il Carpi inizia a spingere sull'asse Lomolino-Carta, approfittando delle inevitabili carenze in copertura del giovane attaccante riminese. Il Rimini è troppo vulnerabile, da quella parte. Rimane in campo anche nella ripresa, ma non regala guizzi, nonostante la sua solita generosità. (r.g.)