Marted́ 15 Ottobre06:42:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Motogp blindata con 400 agenti, in campo anche gli artificieri per borse sospette abbandonate

In campo per la sicurezza anche i Vigili del Fuoco e sulle strade gli uomini della Polizia Stradale e della Polizia Municipale

Cronaca Rimini | 21:03 - 15 Settembre 2019 La Polizia presidia il Misano World Circuit La Polizia presidia il Misano World Circuit.

Oltre 400 uomini delle forze di Polizia sono scesi in campo per garantire la sicurezza delle persone durante i tre giorni del Motomondiale a Misano Adriatico. Con la collaborazione di oltre 1000 steward dell'autodromo, sono stati presidiati quattordici varchi d'accesso. Le operazioni di filtraggio si sono svolte senza alcuna problematica. La Questura di Rimini, per l'occasione, ha disposto l'impiego anche delle Unità cinofile antiesplosivo e degli artificieri della Polizia di Stato che, oltre a garantire le ordinarie operazioni di bonifica di tribune e aree sensibili, si sono adoperati per verificare il contenuto di borse lasciate incustodite dai  proprietari esubito rilevate dall’occhio attento del Personale di Polizia Scientifica che vigilato l’area dell’evento mediante il sistema di videosorveglianza. A girare tra le tribune, i paddock e lungo il perimetro esterno, erano invece presenti gli uomini dell'Unità operativa Primo Intervento, i quali, in contatto diretto con i colleghi a bordo dell’elicottero, hanno verificato che tutto si svolgesse regolarmente. In campo per la sicurezza anche i Vigili del Fuoco e sulle strade gli uomini della Polizia Stradale e della Polizia Municipale che hanno garantito un regolare deflusso dei veicoli dall'autodromo.


Polizia, non solo controlli: in mostra i veicoli d'epoca


Tra i piloti impegnati in pista c'è stato anche Michele Pirro delle Fiamme Oro, il gruppo sportivo della Polizia di Stato. Inoltre all'interno del circuito è stato allestito uno spazio espositivo dove è stato possibile ammirare alcuni veicoli storici della Polizia di Stato, tra cui la Ferrari utilizzata dal mitico Maresciallo Spatafora della “Mobile” della Questura di Roma negli anni '60.


I ringraziamenti del Questore di Rimini


Il Questore di Rimini, dr. Francesco De Cicco, al termine dell’evento ha quindi espresso il suo più vivo ringraziamento e apprezzamento alle donne e agli uomini della Polizia di Stato, delle altre forze di Polizia e dei corpi di Polizia Municipale di Riccione, Rimini e Misano per il lavoro svolto e per gli ottimi risultati conseguiti durante gli articolati servizi predisposti ed espletati per garantire la sicurezza e la tranquillità dell’Evento sportivo per eccellenza della Riviera di Rimini.