Mercoled 18 Settembre14:18:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il Comune di Cattolica rassicura: 'la scuola di via Repubblica è sicura'

Mercoledì 12 settembre il consiglio comunale a cui hanno partecipato i genitori degli alunni dell'istituto scolatico

Attualità Cattolica | 13:36 - 12 Settembre 2019 L'intervento del sindaco di Cattolica Gennari nel consiglio comunale di mercoledì 11 settembre L'intervento del sindaco di Cattolica Gennari nel consiglio comunale di mercoledì 11 settembre.

Si è svolto ieri sera (mercoledì 11 settembre), all'interno della sala del Consiglio Comunale di Cattolica, un partecipato incontro per aggiornare i cittadini, ed in particolare i genitori degli alunni, sullo “stato di salute” della scuola di via Repubblica. La riunione pubblica è stata promossa dall'amministrazione a seguito delle valutazioni tecniche preliminari scaturite dalle verifiche di vulnerabilità sismica e statica sugli edifici scolastici emerse dall’espletamento dell’incarico assegnato all’ingegnere strutturista Mauro Cevoli.

“Siamo qui – ha esordito il sindaco Mariano Gennari - per ribadire che al primo posto viene la sicurezza. Il nostro potrebbe sembrare un eccesso di zelo ma il mio mandato ai tecnici è quello di attuare tutto quanto il necessario per garantire sicurezza, ridurre i disagi ed elaborare in tempi brevi una soluzione definitiva e migliorativa delle strutture al servizio dell’istruzione nella nostra cittadina. Non vi nascondo che stiamo valutando di investire le risorse nella realizzazione di una nuova scuola che, a questo punto, verrebbe costruita rispettando tutte le normative. Nel frattempo, gli elementi di criticità imprevisti, scaturiti da una relazione preliminare, ci suggeriscono di porre in atto delle limitazioni all’uso dell’edificio”.

A rispondere alle curiosità ed interrogativi dei cittadini presenti sono stati i tecnici Gaddi e Cevoli. “Per la scuola di via Repubblica, realizzata a fine degli anni ‘60, si è ritenuto conveniente – ha sottolineato Gaddi - intervenire attraverso verifiche integrative mediante le cosiddette “prove di carico”, al fine di accertare l’effettiva resistenza dei solai al piano rialzato e primo. Contestualmente si è effettuato un intervento manutentivo sui pilastri del piano interrato- Questo ha permesso di consolidare i copriferri ed i ferri di armatura. Dalle risultanze preliminari, infine, si è suggerito di ridurre prudenzialmente la fruizione della struttura in modo da alleggerire le sollecitazioni verticali per aumentarne la sicurezza”.

Per rientrare nei parametri di rispetto dalla norma statica, l'edificio accoglierà studenti ed insegnati seguendo l’ipotesi prospettata dall'ingegner Cevoli, ovvero quella di inibire parzialmente il piano superiore ed alcuni spazi di quello rialzato. Il plesso, attualmente, ospita 13 classi, laboratori multimediali ed il laboratorio all’immagine fruito da più scuole cittadine, due aule dovrebbero essere “recuperate” proprio dagli spazi in uso a quest'ultimo. La relazione definitiva sulla scuola di via Repubblica è attesa nell’arco di una decina di giorni. Le altre verifiche hanno interessato gli edifici scolastici cattolichini costruiti prima del 1982, quindi antecedentemente alla normativa antisismica, ed in particolare i plessi di Carpignola, Corridoni, Primule e Torconca.

“Mi sento in dovere – ha concluso il Sindaco - di ringraziare il Dottor Gaddi che mi ha suggerito di dare incarico ad un ingegnere strutturista per svolgere le verificare necessarie ai nostri edifici scolastici. Abbiamo subito messo a disposizione le risorse per farlo ed oggi siamo consapevoli dello stato di salute della scuola di via Repubblica e non nascondiamo la testa sotto la sabbia ma, di concerto con gli organi scolastici, ci siamo subito messi all’opera in maniera collaborativa per aprire l'anno scolastico in una struttura ancora più sicura rispetto agli anni scorsi e per ridurre al minimo i disagi”. Al termine dell'incontro, in un clima partecipativo, Amministrazione e genitori si sono rinnovati l'appuntamento attraverso nuove riunioni pubbliche per aggiornarsi sulle risultanze e sulle azioni che si intraprenderanno.