Marted́ 22 Ottobre01:17:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il Prefetto Camporota riceve la visita dei consoli generali di Francia e Cina

Il console francese ha speso parole di elogio per le bellezze architettoniche e storiche di Rimini

Attualità Rimini | 16:44 - 11 Settembre 2019 La vista dei due consoli al Prefetto di Rimini Camporota La vista dei due consoli al Prefetto di Rimini Camporota.

 
Nel corso della mattinata odierna (mercoledì 11 settembre) il Prefetto di Rimini Alessandro Camporota ha ricevuto i Consoli Generali della Repubblica Popolare cinese Song Xuefeng e della Francia Cyrille Rogeau. Entrambi gli incontri si sono sviluppati all’insegna  della cordialità e del reciproco interesse non solo in relazione alle tematiche che coinvolgono i cittadini cinesi e francesi presenti o in transito nella provincia di Rimini, ma anche sulle più ampie prospettive che riguardano i rapporti Italia-Repubblica Popolare Cinese e Italia-Francia.

Il Console Generale della Repubblica Popolare Cinese, dopo aver ringraziato il Prefetto per l’accoglienza, sottolineando la particolare predilezione in ordine all’esercizio della funzione da parte di un Prefetto donna – come l’allora Prefetto di Milano Luciana Lamorgese, conosciuta in occasione della visita nel capoluogo lombardo -, ha evidenziato l’attuale stato ottimale dei rapporti tra i due Paesi che registrano identità di vedute su numerose problematiche sia su un piano bilaterale che multilaterale. Con il Console Generale di Francia, il Prefetto si è intrattenuto, oltre che sui temi consolidati dei rapporti istituzionali storicamente forti tra il Governo italiano e la presidenza transalpina, anche sulle tematiche industriali e commerciali che vedono i due Paesi reciprocamente coinvolti. I tanti elementi di vicinanza della bellezza e della cultura hanno poi costituito momento di particolare intensità emotiva per le rispettive sensibilità verso tali tematiche e per un cordiale scambio di esperienze, attesa la conoscenza parigina del Prefetto Alessandra Camporota e quella romana del Console Cyrille Rogeau. Quest’ultimo, su un fronte squisitamente culturale, ha esordito – nell’incontro a Palazzo Massani – rilevando lo splendore del Tempio Malatestiano e l’ardimento di Sigismondo Malatesta e sottolineando che chi governa la Città di Rimini sembra avere buona cura delle bellezze, dal Teatro Galli allo scenario del Ponte di Tiberio Al riguardo, il Prefetto ha sottolineato la perseveranza del Sindaco Gnassi che riesce a coniugare interventi di natura culturale come quello del Teatro Galli con altri di natura strutturale ed urbanistica, come quello del depuratore e della “Città del Mare”.